Italiano Prestige, si comincia dal "Tittoni"

Il campionato italiano Maxxis Prestige 2019 scatta da un tempio del motocross internazionale

· 2 tempo di lettura

Sarà infatti la pista di Cingoli, in provincia di Macerata, ad accogliere la gara inaugurale del massimo torneo tricolore di cross. Sabato 16 e domenica 17 marzo l’appuntamento è sui saliscendi del “Bartolomeo Tittoni", che dal lontano 1956 ospitano manifestazioni di ogni livello, comprese nove edizioni del campionato del mondo. L’organizzazione, come al solito, è del Moto Club Fagioli.

Occhi puntati sui due campioni in carica: Alessandro Lupino (Kawasaki – Fiamme Oro) nella MX1 e Michele Cervellin (Yamaha – Fiamme Oro) nella MX2, che partono decisi a riconfermare i titoli.

Nella classe regina Lupino affronta due nuovi rivali decisamente agguerriti provenienti dalla MX2. Samuele Bernardini (Yamaha – Team Ghidinelli) ha indossato per due volte la maglia azzurra al Cross delle Nazioni e ha conquistato un podio in un Gp iridato; vuole rifarsi dopo un 2018 da dimenticare e il campionato italiano è il suo obiettivo principale. L’altro brutto cliente è Simone Furlotti (KTM – Castellarano), vicecampione in carica della MX2, che ha già dichiarato di trovarsi particolarmente bene sulla 450.

Ci saranno in gara anche gli altri protagonisti abituali della MX1, come Stefano Pezzuto (Suzuki – Dream Team), Davide De Bortoli (Honda – Gaerne) e Simone Croci (Suzuki – Bbr Offroad), pronti a inserirsi nella lotta al vertice.

Nella MX2 Cervellin ha perso Bernardini e Furlotti, ma avrà comunque di che sudare per restare in vetta alla classifica. Il rivale forse più pericoloso è il suo compagno di squadra Maxime Renaux, pilota francese che quest’anno parteciperà a tutte le prove di campionato italiano per seguire il team SM Action.

Da non sottovalutare il giovane Mattia Guadagnini (Husqvarna – Ardosa), che ha già fatto vedere cose eccezionali con la sua 250 due tempi. Il diciassettenne veneto potrebbe essere la rivelazione del 2019.

Un altro talento da seguire è Andrea Adamo (Yamaha – Migliori), al debutto tra gli Elite dopo aver vinto il titolo italiano della Fast nel 2018.

Il team Yamaha Sdm porta in gara un poker di piloti decisi a fare da protagonisti. Gianluca Facchetti (Motoclub Somma Lombardo) sarà accompagnato dall’australiano Caleb Grothues, l’olandese Rick Elzinga e lo spagnolo Ruben Fernandez. Tutti talenti giovani e di prospettiva.

Nel gruppo di chi cerca riscatto, invece, ci sono Giuseppe Tropepe (Yamaha – Team Ghidinelli) e Morgan Lesiardo (KTM – Parini). Il calabrese aveva vinto la gara inaugurale nel 2018, ma poi ha subito un grave infortunio che l’ha estromesso dai giochi. L’ex campione europeo, invece, vuole ritrovarsi dopo una stagione piena di problemi.

Anche quest’anno FXAction sarà in campo con un grande impegno per garantire la massima visibilità al campionato Prestige. A partire da quella di Cingoli, tutte le gare saranno trasmesse su Automoto Tv (canale 228 di Sky), il canale digitale terrestre Sportivì e in streaming sul canale Youtube FXAction Live e sulla pagina Facebook di FXAction.

Il 2019 porterà con sé altre novità interessanti, sia per i piloti che per il pubblico. In tutte le manche della Supercampione sarà assegnato il premio Holeshot Ufo Plast, per il pilota protagonista dello scatto migliore al via della batteria finale. Nel corso delle giornate di gara, inoltre, si terrà la sessione autografi 24Mx, con tutti i protagonisti del campionato a disposizione degli appassionati per foto e firme.

Parole: Comunicato FX Action | Immagine principale: Cabro

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!