Due Chiacchiere con: Jorge Prado

Le parole di Jorge Prado dopo la doppietta di Valkenswaard

· 5 tempo di lettura

HUGE discounts on 24MX tents.

Jorge Prado era già considerato il più forte della classe MX2, ma la sua prestazione a Valkenswaard ha cementato questo status. Fresco di un infortunio alla spalla, che lo ha costretto a saltare il secondo round, ha dominato e messo a tacere tutti gli scettici. Questo ha sollevato domande sulla gravità del suo problema, ma Prado risponde in questa esclusiva intervista MX Vice dopo il Gran Premio dei Paesi Bassi.

MX Vice: Hai avuto una lesione alla spalla. Sei tornato e hai subito dominato completamente, come se fosse facile, quindi sono confuso. Quanto è stata grave questa lesione alla spalla? Hai sentito dolore oggi? Cosa diavolo stava succedendo?

Jorge Prado: Onestamente era piuttosto serio. La cosa buona era che non c'era nulla di rotto, quindi era buono. E' stato brutto. Ho avuto un incidente e ho potuto allenarmi ancora per qualche giorno. Dopo un allenamento, il giorno dopo mi sono svegliato e non riuscivo più a stare in piedi e non riuscivo a respirare. Siamo arrivati ad un punto che era così doloroso che non potevo fare nulla… fondamentalmente non potevo muovermi. Ero molto spaventato, perché sentivo che ogni giorno diventava sempre peggio.

(ConwayMX)

Quattro giorni fa, ancora non sapevo se potevo correre. Sono venuto qui. Ho provato ieri per il primo giorno dopo più di due settimane e mezzo di assenza di guida, senza andare in bicicletta e senza correre. Niente, ma mi sono sentito subito bene. Ieri ho avuto un po' di problemi con l'infortunio, ma stamattina mi sono svegliato e normalmente avrebbe dovuto peggiorare, forse, ma invece no. Sicuramente mi sono sentito meglio. Sono felice di come è andato tutto il weekend.

Ieri le prove libere sono state la prima volta in cui sei stato sulla moto in due settimane e mezzo. Penso che tu abbia fatto solo cinque giri, ma sei andato più veloce di tutti, ti sei sorpreso?

Ho dovuto fare solo cinque giri per vedere come era la moto e come mi sentivo. Mi sono detto: "Non voglio fare tanti giri e stancarmi. Non voglio andare oltre, perché forse peggiora." Non lo sapevo. Penso che ho provato ad andare tranquillo anche nelle prove cronometrate. Ho fatto sei giri. Nessuno di questi erano giri perfetti. Potevo andare meglio, ma è stato abbastanza buono lo stesso. Sicuramente un buon fine settimana.

Immagino che una delle cose buone con la spalla sia che… Non ti sentivi in dovere di spingere molto oggi. Sicuramente non eri al tuo limite, quindi ovviamente è stato facile. Se qualcuno ti avesse spinto in modo tale da dover guidare con un po' meno di margine, allora le cose sarebbero potute andare male.

Si. Onestamente se avessi dovuto davvero spingere le cose sarebbero state un po' più complicate, ma oggi la spalla stava meglio. Penso che oggi sarebbe stato possibile anche spingere, ma ieri non potevo nemmeno provarci… Anche oggi, in realtà. Non ho potuto mettere il gancio per la partenza sulla sospensione, quindi il mio meccanico lo ha fatto questo fine settimana. E' stato difficile, perché non potevo frenare davvero forte. Ho dovuto davvero lasciar scorrere tutto e andare liscio.

Inoltre, dopo un lungo periodo di assenza di guida, ho avuto piccole vesciche, ma guidando non le senti. Dopo un lungo periodo senza guida, alla fine della corsa inizi a diventare un po' stanco. Non molto stanco, ma comunque stanco, perché non hai mai guidato o fatto sport nelle ultime settimane. Per non aver guidato e non aver fatto nulla per le ultime due settimane e mezzo, penso che sia andata abbastanza bene.

(ConwayMX)

A Matterley ovviamente è arrivata la notizia che eri assente, a causa della tua spalla. C'erano un sacco di strane voci che giravano. Qualcuno mi ha detto che la spalla era una bugia e ti eri ferito al ginocchio ed era tutto un insabbiamento. Qualcuno mi ha detto che entrambe le tue spalle erano ferite. Qualcuno mi ha detto che la tua spalla era così brutta che non saresti potuto ritornare. Tuttavia, è solo un ematoma sotto la tua scapola, sì? E' stato questo? Non c'è mai stato davvero troppo panico?

Era solo un piccolo infortunio. Non era nemmeno la spalla. Era sotto la scapola. Ho avuto alcuni problemi lì. È diventato così grave che non potevo muovermi, come ho detto prima. Non potevo fare nulla o prendere nulla. Io non so nemmeno. Era più doloroso, forse anche più che rompersi la clavicola o un osso del genere. Non potevo neanche respirare. Se provavo a fare qualcosa che aumentava il mio battito cardiaco, non potevo continuare né respirare. E' stato doloroso, come lo è stato un po' ieri.

Ovviamente sei sempre bravo nella sabbia. Questo non era la Valkenswaard più sabbiosa di sempre e ad ogni pilota con cui ho parlato non è piaciuta molto, perché era veloce e segnata. Come ti senti riguardo alle condizioni?

La pista era dura, onestamente. E' stato bello che abbiamo avuto bel tempo. La pista era accidentata… sconnessa, se rimani sulla linea che usano tutti, ma se ti muovi di due metri sei di nuovo sul liscio. Se dovessi descrivere la pista, direi che non era molto accidentata. Mi piacerebbe più bucata, ma era difficile. Era difficile avere una pista di sabbia veramente profonda, perché non era veramente sabbiosa, ma è stato divertente. Mi è piaciuto. Era un po' approssimativa. Alcuni pezzi duri, che la rendevano pericolosa, ma andava bene.

(ConwayMX)

La tua spalla non è ancora al cento per cento, sarai in grado di allenarti e girare questa settimana o  farai passare un'altra settimana e poi andrai direttamente in Trentino?

Sì, ho bisogno di vedere come mi sento domani mattina. Posso prendere un'altra settimana di riposo. Non è un problema il prossimo fine settimana. È duro e mi sento davvero bene adesso. È anche una pista sulla quale mi piace guidare. Vedremo come va in questi giorni e vedremo se mi allenerò o meno.

Non c'è stress per i punti, o c'è? Hai fatto 1-1 in Argentina e 1-1 qui e penso che tu sia quinto nei punti con uno dei round mancanti…

Sono quarto, penso. 

Anche meglio! Non c'è affatto nulla di cui preoccuparsi. Alcuni piloti starebbero stressati da questa situazione. Hai dimostrato di essere abbastanza bravo a gestirla.

Devo solo mantenere la concentrazione, non commettere errori e continuare a guidare come so e allenarmi. In questo momento, è così.

Intervista: Lewis Phillips | Immagine Principale: ConwayMX

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!