Chatter Box: Ben Watson

Ben Watson parla di Mantova

· 6 tempo di lettura

Podcasts post-gara di MXVice: MXGP della Lombardia

Ben Watson era sicuro di essere tra i protagonisti nel Gran Premio della Lombardia quando la pioggia ha iniziato a cadere ma le cose non hanno funzionato. Watson si è trovato indietro all'inizio di ogni manche e ha dovuto recuperare il miglior risultato possibile dalle ultime posizioni. Due tredicesimi posti lo hanno relegato in dodicesima posizione nell'assoluta di giornata. L'editor di MX Vice Lewis Phillips ha incontrato domenica sera il "919" per parlare dell'evento.

MX Vice: Ovviamente non hai vissuto la giornata che ti aspettavi. Non sei mai stato veramente in grado di fare quello che volevi. Dovendo rimontare in entrambe le manche non era facile fare di meglio.

Ben Watson: E' stato davvero strano per me. Nella prima manche ho curvato sulle reti e mi sono ritrovato ultimo. In quelle condizioni la pista era così stretta, ma era vera e unica. Il mio errore al cancello non mi ha rovinato la gara, ma ha reso tutto molto più difficile. Poi, cercando di recuperare, sono caduto altre due volte. Ho finito in tredicesima posizione ed è stata un'enorme delusione per me e per la squadra. Ero deluso. Aspettavo con ansia la seconda gara, perché volevo migliorare.

Normalmente mi sento abbastanza forte in una pista tecnica come questa. Nella seconda manche sono rimasto sotto al cancello. Volevo mostrare di cosa sono capace e rimediare alla prima gara. Ho visto muoversi qualcosa o sono partito troppo presto ed ho preso in pieno il cancello. Ancora una volta, ero ultimo alla prima curva. Ho avuto anche un piccolo problema con la frizione di nuovo, lo stesso di sabato ad Arco. Non sono sicuro di quale fosse il problema.

Era davvero difficile superare, ma non sono mai caduto e ho rimontato ancora fino al tredicesimo posto. Un'altra enorme delusione. E' il peggior weekend che ho passato da quando corro con Yamaha. E' strano. Credo che questi fine settimana siano quelli che ti formano come pilota e che superarli serva a renderti più forte. Voglio essere positivo e concentrarmi sulla prossima gara in  Portogallo.

È divertente sentirti dire queste cose. Quando ho visto che pioveva e mi sono detto "Ben per farà bene, Ben è forte nel fango". Non era vero fango perché era sabbioso. Era solo profondo, monotono e tecnico. Se fosse stato duro sarebbe stata la solita melma appiccicosa che la gente conosce. Questo non era quello.

No. Considerando quanta pioggia è scesa, e non ha mai smesso per tutto il giorno, è stato in realtà molto più secco di quello che la gente avrebbe immaginato. Le condizioni sono state strane. Il sabato era così duro, asciutto e le buche erano squadrate. Non erano i dossi normali che si fanno con moto. Penso che il problema fosse che avevano paura della pioggia e l'hanno lasciata più asciutta possibile, poi la pioggia è scesa così forte che sotto era perfetta.

E' stata orribile …se, ad esempio, allargavi troppo una curva ti impiantavi nel fango. La parte superiore era davvero pesante me sotto era dura. Era strano. Anche ieri le condizioni e il modo in cui la pista era preparata la rendevano difficile. Era così importante la partenza. Penso che in alcune delle gare abbiamo visto che c'erano alcuni piloti che di solito non fanno tanta fatica in pista È stato uno di quei weekend che voglio dimenticare perché ho bisogno di imparare dai problemi e dagli errori. In fondo non ho scuse. Ho solo bisogno di essere migliore.

[Jorge] Prado Mi ha detto che non troverò un solo pilota a cui piaceva la pista ieri. Credo che tu la pensi allo stesso modo.  Hanno appiattito alcuni ostacoli per renderla più facile. 

Si. Era davvero facile. Non conosco il vero motivo per cui l'hanno lasciato così asciutta. Forse ieri si aspettavano un pò di pioggia nel pomeriggio, ma la pista quando abbiamo fatto il warm-up doveva essere molto fangosa. Doveva essere bagnata. Onestamente c'era solo una traiettoria. Bisognava semplicemente prendere quella traiettoria con un passo decente e rimanerci sempre.

Se hai parlato con qualcuno sembra che  nessuno si sia davvero divertito a vedere le gare ieri.  Mi stavo rilassando scorrendo i social media quando ho visto tante persone che dicono quanto sia stata terribile, che questa non è una pista da GP e che la preparazione era orribile. Hanno levato le sponde delle curve e, dove le hanno lasciate, le hanno fatte ad angolo retto. In questo modo non ero possibile stare all'esterno, inclinare la moto e prendere velocità.

Potevi solo seguire chi ti stava davanti. Queste sono le piste e ci dobbiamo correre. È uguale per tutti, quindi non è una scusa o una ragione per giustificare il mio terribile fine settimana. Questi sono solo i miei pensieri relativi alla pista.

Questa era in realtà la mia prossima domanda. Tornando alla pausa di un mese, ovviamente le partenze sono un problema per te. Pensavo che oggi sarebbe andata meglio, ma ovviamente e come ci hai detto, hai colpito il cancello e sei rimasto lì. Lasciando stare questo aspetto, credi di aver fatto progressi in aprile?

Sì, sicuramente. Ho lavorato parecchio, ma onestamente siamo arrivati a un punto in cui sono solo i dettagli che dobbiamo affinare. Tutti stanno lavorando duramente per riuscire a partire davanti. Non è qualcosa che può accadere dall'oggi al domani. Stiamo solo lavorando su me stesso, perché non sono abbastanza bravo. Queste ed altre poche cose sono i problemi che sto affrontando.

Nella prima manche ho mollato completamente la frizione e mi sono girato. La mia tecnica è piuttosto aggressiva all'inizio. Poi nella seconda ho colpito il cancello. In realtà, non so se le mie partenze sarebbero andate meglio questo weekend. Non sono in grado di dirlo. La gara di qualifica non era stata male. Ero sesto o settimo nelle prime curve. E' stato un miglioramento rispetto alle gare precedenti, ma c'è ancora spazio per migliorare.

 

Hai avuto altri miglioramenti durante la pausa? Sembra che le tue doti nel trial siano cresciute..

Si. Sono dovuto tornare per ottenere il visto per la Russia. Ero lì senza moto per qualche giorno e ho pensato, perché no? Esco con mio fratello e faccio alcune prove. E' stato divertente. È un buon allenamento per me. È tecnico e stai ancora andando in moto. È solo qualcosa di diverso per uscire e divertirsi ancora in sella.

Infine, ripensando al Portogallo della scorsa stagione, penso che sia stata la prima volta in cui … Ovviamente anche in Argentina era buona, ma in Portogallo è stata la prima volta in cui sei costantemente stato veloce. Stava arrivando tutto insieme. Ci stai andando con buoni sentimenti e buone vibrazioni.

Si. Ogni volta che sono stato in Portogallo, sono stato davvero felice. L'anno scorso è stata la prima volta che ho fatto davvero vedere cosa posso fare. Ero solo ad un punto dal podio e questa è stata la prima volta che ho pensato di farlo … Ero felice anche se avevo terminato quarto nell'assoluta. Il modo in cui guidavo valeva di più dei miei risultati. Sono sempre fiducioso di andare in Portogallo. Mi piace davvero quella pista. Voglio solo dimenticare questo weekend e cerca di imparare qualcosa da esso. Le prossime ore sono le più cruciali. Devo restare positivo e non vedo l'ora di arrivare in Portogallo.

Parole: Lewis Phillips | Immagine: ConwayMX

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!