Matthes Report: National

Il report di Steve in vista del primo appuntamento del National

· 4 tempo di lettura

Il Podcast Post-Gara di MX Vice: MXGP della Lombardia

La serie 2019 Monster Energy Supercross è finita e in America, non passiamo molto tempo a riflettere prima che arrivi la prossima cosa. Questo fine settimana il Lucas Oil Pro Motocross Championship del 2019 prende il via nel nord della California. Dodici weekend, ventiquattro manche, due categorie e poi incoroneremo un paio di campioni.

I campionati Supercross sono un traguardo eccezionale per ogni pilota e il 450, in particolare, è l'apice dei titoli di motociclismo fuoristrada, ma, a mio parere, i titoli outdoor sono molto più difficili da vincere. Non puoi semplicemente andare a spasso, fare qualche pausa e vincere una di queste cose. Sono ventiquattro manche nel caldo, nel fango, nella pioggia e durano trenta minuti più due giri.

So che non abbiamo la varietà di piste che avete voi europei, ma sono comunque molto difficili e solide. C'è qualcosa in me che me lo fa sembrare un campionato per soli uomini, non sono sicuro di cosa sia, ma il mio livello di rispetto per un pilota sale piuttosto in alto quando vince una di queste cose. Con questo in mente, diamo un'occhiata a entrambe le classi analizzandole.

(KTM Images/Simon Cudby)
250MX (Contendenti):

Dylan Ferrandis, Adam Cianciarulo, Justin Cooper, Chase Sexton e Alex Martin. Penso che il titolo arriverà da uno di questi ragazzi, con Ferrandis forse leggermente favorito. Quando è rientrato dall'infortunio lo scorso anno è stato per tutta l'estate praticamente alla pari anche con il vincitore del titolo Aaron Plessinger, il che indica che sarebbe stato proprio lì se avesse fatto tutta la stagione. Dylan ha piena fiducia in se in questo momento, come tutti sapete, avendo appena vinto un inaspettato titolo 250SX. Lui è un po' più vecchio del resto dei ragazzi a parte di Martin e avrà l'esperienza dalla sua…

Adam Cianciarulo cercherà di battere il vincitore del titolo dopo quella gara incredibile di Las Vegas, ma deve essere più costante rispetto all'estate del 2017. Quella è stata l'ultima volta in cui l'abbiamo visto gareggiare nel National. Austin Cooper è stato terzo lo scorso anno nel National e ora ha capito che avrà una comprensione ancora migliore delle piste e del modo in cui vanno le cose. Oltre ad avere questa fantastica Yamaha YZ250F.

Chase Sexton è un animale da allenamento e sarà fiducioso dopo il titolo della 250SX Est, quindi sarà migliore dello scorso anno e fa paura. Il numero '23' ha iniziato a lavorare sulle sue partenze e, sì, Martin ha bisogno di essere qui. Non ha avuto la velocità grezza che hanno gli altri, ma è arrivato secondo nella serie per ben due volte ed era secondo nel 2018 prima di farsi male. Il JGR Suzuki sembra essere molto migliore rispetto allo scorso anno e Martin merita di essere qui.

(Monster Energy/Octopi)
250MX (Wildcard):

Hunter Lawrence. L'anno scorso l'australiano non ha avuto il tipo di stagione che voleva nella classe MX2 in Europa, ma è migliorato più avanti nella stagione, quando la sua moto è migliorata un po'. Gli manca il supercross a causa dell'infortunio, ma probabilmente avrebbe potuto partecipare agli ultimi round, invece di scegliere di concentrarsi sulle gare all'aperto. Inizierà la stagione del motocross pronto per spingere, cercando di dimostrare che il potenziale è reale. Ha avuto un po' di entusiasmo arrivando ad Hangtown dalle piste di prova. Potrebbe vincere il titolo? Assolutamente.

450MX (Contendenti):

Eli Tomac, Marvin Musquin, Ken Roczen, Cooper Webb, Zach Osborne e Blake Baggett. Devo dare a Tomac il vantaggio qui perché sarebbe il suo terzo titolo consecutivo della 450MX e, anche se sai che vuole con tutto se stesso il titolo 450SX, il motocross sembra essere un po' più facile per ET3. Meno bassi per Eli, la gara più lunga e la pista più ampia rendono più facile per lui rimontare quando si verificano errori. Marvin Musquin sarà solido per tutto l'anno, è stato altrettanto bello fuori e dentro e vincerà delle gare. Il bonus per lui è che non sta iniziando la stagione infortunato come ha fatto nel Supercross. Può però sfondare e mettere le mani sul titolo? A questo punto deve essere frustrante per Marv essere la damigella d'onore.

Onestamente, Roczen è nella lista solo per il rispetto di ciò che ha fatto finora nella sua carriera. Se non riesce a capire cosa ha trascinato la sua salute non c'è possibilità che possa vincere questa cosa, tanto meno finire la serie. Sarà interessante da seguire quest'estate. E può Webb farcela di nuovo? Voglio dire, perché no? È un campione di motocross del passato e ovviamente ha il suo programma tutto pronto ed è pronto per iniziare. Mi sorprenderebbe? Sì, lo farebbe, ma questa stagione è stata fantastica per Coop.

(Monster Energy/Octopi)

Blake Baggett l'anno scorso non è andato bene come la stagione prima, ma ha un altro anno in moto e andrà bene qua e là. Se riuscirà a capire i fine settimana difficili, sarà un fattore importante. A volte è così dannatamente veloce che è incredibile, altri fine settimana non lo è. Sì, Osborne merita di essere su questa lista e ha mostrato alla fine del supercross di poter correre alla velocità dei grandi. #16 è in forma, la sua moto è buona e lui è già stato campione del National. Perché non potrebbe vincere questo titolo?

450MX (Wildcard):

Jason Anderson. Jason ha già vinto delle manche prima, ma non ha mai vinto un National outdoor. È una sorta di follia pensarlo campione, giusto? La sua difesa del titolo 450SX non ha funzionato e sta iniziando un po' in ritardo la stagione, ma forse, senza nulla da perdere e volendo salvare la sua stagione, potrebbe essere pericoloso. Difficile vederlo battere tutti i nomi di cui sopra ma, hey, sono già successe cose strane.

Testo: Steve Matthes | Immagine Principale: Monster Energy/Octopi

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!