Due Chiacchiere Con: Adam Sterry

Adam Sterry ci parla del suo Gran Premio di Francia

· 6 tempo di lettura

L'offerta della settimana su 24MX!

MX Vice Podcast: MXGP di Francia

Adam Sterry ha davvero fatto alcuni passi avanti nelle ultime settimane, ecco perché è stato in grado di ottenere il risultato complessivo migliore della carriera nel recente Gran Premio di Francia. Sterry ha fatto grandi partenze, grazie ad una strategia interessante, ed ha ottenuto un sesto in ciascuna manche, nonostante St. Jean d'Angely non sia la sua tappa preferita in calendario. Come si sentiva durante il suo weekend? Lewis Phillips lo ha incontrato domenica sera per questa esclusiva intervista con MX Vice.

MX Vice: Giorno costante, il che è diverso dal solito. Non possiamo dire molto di più. Nessuno è caduto davanti a te. Non c'erano punti di discussione importanti… Era solo solido ed è esattamente ciò di cui avevi bisogno.

Adam Sterry: Si, come hai detto tu, è da un po' che qualcuno non cade di fronte a me nel primo giro. Felice che sia così. C'è stato un problema con i cancelli. Non so come sia possibile al campionato del mondo, ma balbettano come hai visto nella gara della 450. Sì, nella seconda gara ho quasi ottenuto l'holeshot. Pensavo di aver tagliato il traguardo prima, quindi ho pensato che stavo riuscendo a prendere la tabella dell'holeshot della Fox. Non so cosa sia successo, ma nella prima gara ho fatto di nuovo una buona partenza. La seconda gara è iniziata ancora meglio.

(ConwayMX)

Come hai detto tu, due corse costanti. Questa, sulla carta, è la mia pista peggiore se si selezionasse il calendario all'inizio dell'anno. Assegna un nome alla tua pista peggiore, sarebbe questa. Mi sentivo come se fossi affaticato per tutto il weekend con le mie gambe deboli. Non so se sia perché non ho guidato in queste condizioni da un po' o cosa, ma non è mai stato il mio punto di forza. Mi sono sentito in difficoltà per tutto il weekend, ma sono contento del risultato. Il mio migliore di sempre, penso. Quinto in classifica, sono molto felice.

Il tuo migliore di sempre? Sul serio?

Penso di sì, sì. Sei tu quello delle statistiche, amico. Sono stato sesto assoluto, ma non penso di essere stato quinto.

Dici che non è la tua pista preferita. Non te ne sei accorto per tutto il weekend. È meglio in un certo senso, perché guidi concentrato e gli errori non accadono? A lungo termine, tutto procede bene.

Tipo. Mi sento come se gli errori… Alcuni sono stati dalla mia parte, ma questo succede tutto il tempo in motocross. Mi sento come se fossi stato come un magnete per gli incidenti. Se qualcuno è caduto nel primo giro, allora sono sempre rimasto coinvolto. E' stato bello che non accadesse questo fine settimana. Non sono molto, molto contento del risultato, perché è ciò che mi aspetto da me stesso e mi aspetto di salire sul podio.

So che posso farcela. L'ho dimostrato questo fine settimana, sulla mia peggior pista, che se avrò una buona partenza e rimarrò senza incidenti. Questo è un miglioramento. Siamo ancora all'inizio della stagione. Siamo a un terzo della strada. Sto ancora cercando di migliorare e lavorare sodo. Sono sicuro di averne ancora da dare.

(ConwayMX)

Le partenze sono state buone tutto l'anno, ma ultimamente sono state davvero buone. Sembra che ogni singola partenza sia stata almeno tra i primi cinque. Hai avuto qualche cambio di motore o guadagni in quel settore?

No, niente. Abbiamo solo cambiato un po' il cambio ma, a parte questo, niente. È lo stesso dall'Argentina. Dall'anno scorso le mie partenze dovevano migliorare. Quando si parte per ultimo, non c'è modo di farsi avanti ed essere in corsa per un podio. Questo è quello su cui abbiamo lavorato davvero. Questa è una parte molto importante della gara e mostra che ora posso farcela. Sono ancora un po' indietro. Per stare con [Jorge] Prado e [Tom] Vialle avrei bisogno di essere molto più leggero, ma non è possibile.

Provo dando il massimo e ho trovato che i cancelli che saltavano questo fine settimana mi hanno aiutato un po'. Mi sono messo più indietro sul metallo, perché sapevo che avrebbero rimbalzato. Quando si sono mossi, ho lasciato andare la frizione e ho finito con il tempismo perfetto entrambe le volte. Non capisco perché più persone non lo abbiano fatto, ma credo che andare a scuola abbia aiutato un po'.

Partendo in anticipo ogni volta e in modo coerente, hai fatto importanti progressi? Pensi: "Cavolo, lo stanno facendo? Ha senso". Raccogli queste piccole cose?

Non proprio. Non ci sono davvero molte linee tra cui scegliere. Immagino sia più facile stare al ritmo e non stancarsi quando mastichi le pietre per tutta la manche, come ho fatto io. Mi sento come se fossi stato colpito da un fucile negli ultimi fine settimana da quanti detriti ho preso addosso. Sono pieno di lividi. È bello partire in prima fila e riuscire a correre a quel ritmo.

(ConwayMX)

Voglio migliorare la mia velocità un po' di più e tenerla un po' di più. Come hai detto tu, ho semplicemente mantenuto il mio limite. Non ho fatto nemmeno un errore Questo è quello di cui avevo bisogno. Avevo bisogno di due risultati solidi e questo mi ha portato al quinto posto assoluto e non lontano dal podio.

Ho detto lo stesso a Darian [Sanayei] la scorsa settimana. Il tempo stringe sui tuoi giorni in MX2. Ogni gara che passa è un altra gara cancellata. Stai iniziando ad essere un po' ansioso di raggiungere ciò che vuoi raggiungere prima di dover lasciare la categoria?

Di sicuro, è sempre lì. Ho effettivamente ascoltato quel podcast con Darian. Come hai detto tu, sono davvero preoccupato per questo. Ovviamente c'è una grande pressione sulle mie spalle per cercare di trovare un posto per l'anno prossimo. Non abbiamo così tante squadre e così tanti piloti. È inconsciamente nella mia mente, ma se ci penso mi farà solo peggiorare. Cerco solo di godermi questo anno, godermi ogni gara e fare del mio meglio. Questo è tutto quello che posso fare. Questa è la mentalità con cui sono andato. Basta provare e rimanere senza infortuni è la parte più importante. Finora stiamo facendo un buon lavoro. Spero di poter continuare a farlo.

L'ultima cosa, su una scala da uno a dieci, quanto è felice di te Marc [de Reuver] al momento?

Non lo so. Questo è qualcosa che dovresti chiedere a lui. Immagino felice.

Ha urlato?

No. Non mi urla molto. Solo a Henry [Jacobi] un po'. Va tutto bene. Stiamo tutti bene. Lavoriamo tutti sodo. Ci spingiamo tutti l'un l'altro. Faccio quello che dice, così finché faccio quello che dice, non ha niente di cui lamentarsi.

(ConwayMX)

Henry non è qui. Hai idea del perché volesse uccidere Ben [Watson] dopo le prove cronometrate? Ben se n'è andato, Henry se n'è andato… Vorrei solo sapere.

Non lo so. Mi stavo preparando a dividerli. Li ho visti in pista. Henry è il mio compagno di squadra, ovviamente, e Ben è un mio buon amico. Quando hanno tirato su per l'inizio delle prove, hanno iniziato a provarci l'un l'altro. Mi stavo davvero eccitando, in realtà. Volevo fare da arbitro. Ben si è messo sulla sua strada in un giro veloce, penso, da quello che posso capire. A Henry non è piaciuto molto, come alla maggior parte delle persone. Stavano solo parlando tra loro. Sono sicuro che la risolvono se si incontrano di nuovo sulla pista. Spero di essere lì per guardare di nuovo.

Intervista: Lewis Phillips | Immagine Principale: ConwayMX

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!