Report del Sabato: MXGP di Indonesia

L'analisi del sabato della MXGP da Palembang

· 8 tempo di lettura

Super Promo Estate su 24MX!

Segui @MXVice su Instagram.

La giornata è appena iniziata per la maggior parte dei tifosi europei, ma le qualifiche del Gran Premio dell'Indonesia sono già terminate. Anche se questo è un evento completamente nuovo, e c'era la minaccia dei temporali, le cose sono andate davvero senza intoppi a Palembang. Non ci sono stati shock o sorprese ed è stato normale come sempre per molti concorrenti.

Tim Gajser ha dominato il warmup della qualifica della classe regina, il che è abbastanza normale, ma la preoccupazione maggiore per i suoi rivali è che ne ha certamente di più nel serbatoio. Gajser ha spinto subito, ha rapidamente preso un vantaggio di sette secondi e poi lo ha mantenuto fino alla bandiera a scacchi. Non c'erano assolutamente alti e bassi, il che non è sempre il caso con lui, ed era altrettanto indifferente dopo il suo trionfo. "Sì, sono davvero contento di come è andata oggi", ha detto nella conferenza stampa post gara. "La pista è veramente piccola e i tempi sul giro sono davvero corti, quindi nella gara di qualifica abbiamo fatto tanti giri, domani, quando avremo 35 minuti, faremo molti giri.

(ConwayMX)

"Me la sono goduta e mi stavo divertendo", ha continuato Gajser nella sua dichiarazione post-gara. "La partenza è stata davvero buona, penso di aver fatto l'hole-shot, ho preso un piccolo gap e poi ho controllato la gara, mi sono divertito e spero che domani potremo fare lo stesso, è qualcosa di nuovo per tutti, finire la gara e andare dritti al piscina o camera d'albergo, è bello, il tempo è diverso da quello europeo, c'è molta più umidità nell'aria ma, comunque, è bello, mi sento bene e spero che in futuro potremo tornare qui."

La pista è stata un'aggiunta intrigante al programma dei Gran Premi ed è molto diversa da qualsiasi altra cosa che la serie visiterà in questa stagione, ma è breve e questo si è riflesso nel numero di giri completati. I ragazzi della classe regina hanno fatto quattordici giri in totale, che è una quantità considerevole rispetto alle altre manche di questa stagione. Gajser ha ovviamente commentato quanto sopra, il che era giustificato, ma si pensi che la gara di qualifica MXGP a Teutschenthal, due settimane fa, ha avuto tredici giri, quindi solo uno in meno rispetto ad oggi, e quella di Orlyonok di un mese fa è durata per ben quindici giri! I tempi sul giro qui sono comunque i più brevi dell'anno.

Che cosa ci vorrà per fermare Tim Gajser domani? Onestamente, potrebbe essere l'unico che possa farlo. Ultimamente non si sono verificati incidenti di lieve entità e il suo viaggio a Teutschenthal assomigliava a quello di un corso di perfezionamento, quindi anche al momento sembra improbabile. Ad un certo punto, il tempo potrebbe interferire con l'ordine di marcia, ammettiamolo, dal momento che le previsioni richiedono ancora temporali nel pomeriggio, ma è difficile prevedere se ciò accadrà o meno. È così imprevedibile qui. Tempeste simili erano previste per oggi, ma alla fine ci sono stati solo un paio di acquazzoni.

(ConwayMX)

Se i fan vogliono scegliere un pilota che possa correre e battere Tim Gajser, è difficile. I piloti Yamaha non erano abbastanza veloci durante tutto il giorno, anche se Gautier Paulin ha concluso primo una sessione abbreviata prima della pioggia, forse Max Anstie potrebbe farlo? Anstie ha sorpassato Arnaud Tonus in una mossa impressionante tra le waves, poi ha raggiunto e superato il suo compagno di squadra, Glenn Coldenhoff, prima di stabilirsi in seconda posizione nelle qualifiche. Anstie ha perso il giro più veloce della gara di un decimo. Ci sono molti fattori che dovrebbero coincidere, ma è una prospettiva intrigante.

C'è ancora un punto da considerare quando si parla di Tim Gajser. Sebbene fosse abbastanza dominante in ogni parte del circuito, non ha avuto il miglior tempo nel settore tre per tutto il giorno. Il settore tre inizia alla base del salto dopo la più lunga serie di waves, quindi si conclude all'atterraggio del grande triplo che si trova di fronte alle tribune. Romain Febvre in realtà ha avuto il miglior tempo lì nelle qualifiche, seguito da vicino da Anstie, poi Gajser che era un paio di decimi più lento quando al suo meglio. Cosa significa? Non molto, a dire la verità, ma mostra solo che Gajser potrebbe essere ancora più forte.

(ConwayMX)

Forse la domanda più interessante da porsi attualmente è chi sarà battuto per primo, Tim Gajser o Jorge Prado? La coppia si trova attualmente in posizioni simili, semplicemente perché sembrano intoccabili. Prado aveva il comando in qualifica ed è impaziente di ripetere la stessa prestazione domani. "Oggi è stato abbastanza buono," ha iniziato. "Ho fatto un'ottima partenza e questa è stata la chiave della gara, perché ha piovuto poco prima della gara di qualifica e la pista era abbastanza fangosa per noi, alcuni solchi interni erano pieni d'acqua. senza prendere rischi.

"La pista andava sempre meglio, quindi è stato divertente", ha proseguito Prado riflettendo sul campo di battaglia che affronterà domani. "Stamattina la pista era super divertente, i tempi sul giro sono molto, molto brevi ed è una pista molto stretta, è qualcosa di diverso e vedremo quando faremo trentacinque minuti domani. La cosa buona è che non abbiamo molti doppiati qui, il che è buono per una pista come questa."

Mitchell Evans stava spingendo Jorge Prado all'inizio e sembrava averne abbastanza per raggiungerlo, ma poi si è insinuato nel mezzo. In realtà è stato Prado a costringerlo, in quanto ha registrato un paio di tempi sul giro che hanno interrotto la competizione. Il quinto giro ha segnato il punto in cui ha segnato il miglior tempo della gara, poi è migliorato al sesto giro e ce l'ha fatto di nuovo al settimo giro. Non è stato troppo sorprendente vedere le cose progredire in quel modo, poiché uno degli sgrulloni di cui sopra si è verificato poco prima del giro di ricognizione della MX2 e di conseguenza parti della pista erano scivolose. Anche Evans, Thomas Kjer Olsen e Tom Vialle hanno fatto segnare il miglior tempo al settimo giro.

(ConwayMX)

Era ben documentato che Evans era incerto se sarebbe stato in grado di prendere parte a questo Gran Premio, dopo quella brutta caduta colpo nell'evento precedente, ma è ovviamente qui ed è anche competitivo. Non c'è modo che possa essere al cento per cento, visto che ha un ematoma sulla schiena piuttosto brutto. Una buona partenza ovviamente aiuta e lo ha aiutato in modo significativo nelle qualifiche di oggi. Vale anche la pena notare che il suo compagno di squadra, Zachary Pichon, è caduto nelle prime fasi della gara di qualifica e ha combattuto fino all'ultimo. Pichon ha battuto solo un pilota regolare dei Grand Prix, Henry Jacobi.

Un incidente è stato la ragione per cui Jacobi ha terminato al diciottesimo posto e ha preso un giro dal primo, il che non sorprende, ma non è stato l'ultimo europeo nella classifica finale. Andrea Adamo non è riuscito a finire un giro al suo debutto in MX2, quando è caduto ed è tornato al paddock, e Richard Sikyna è stato colpito da un problema meccanico dopo una forte prestazione dopo il via. Questi due partiranno domani, il che significa che l'unico rappresentante dall'Indonesia si dirigerà in griglia diciannovesimo. Delvintor Alfarizi si è qualificato meglio degli ultimi due Gran Premi in Indonesia, che ci crediate o no.

(ConwayMX)

Calvin Vlaanderen è un altro contendente che non è ancora al meglio, dopo un infortunio recente, ma la qualifica è stata un segnale positivo. Vlaanderen sostiene di aver scherzato durante le sessioni di prove, ecco perché è andato in linea in undicesima posizione per la qualifica, ma poi è uscito dal cancello e quasi ha ottenuto l'hole-shot nella sua prima gara in Gran Premio dopo il quinto round di maggio. Anche se è stato trascinato giù al quinto posto nel terzo giro, ha mantenuto la sua posizione e ha dato una dimostrazione di costanza. Non c'è niente di sbagliato in questo! È interessante il fatto che abbia fatto registrare solo il nono tempo più veloce.

"Ovviamente ho dei bei ricordi dello scorso anno quando ho ottenuto la mia prima vittoria generale in Indonesia, quindi è bello essere qui", ha detto Vlaanderen in una dichiarazione della squadra. "Sono davvero molto contento di come è andata la giornata, l'ho presa piuttosto tranquillamente nelle prove libere e nelle prove cronometrate e poi ho fatto una grande partenza nella gara di qualifica, quasi afferrando l'hole-shot. Sono stato superato da un paio di ragazzi dopo aver fatto qualcosa piccoli errori ma ho cercato di seguire alcune linee e fare una gara fluida fino al traguardo. Non ho troppe aspettative per il weekend, ma sarò felice con altre due buone partenze, un po' di buona guida e un po' di crescita i miei livelli."

(ConwayMX)

Ben Watson si inserisce in una categoria simile, poiché ha a che fare con il metacarpo che sei è rotto due settimane fa. Watson ha completato solo un totale di tredici giri nelle sessioni di prove e più tardi ha ammesso di soffrire molto, il che rende ancora più impressionante il suo decimo posto in qualifica. "Sabato mattina in Germania sono caduto, sono uscito di pista e ho colpito un cumulo di terra", ha detto in una dichiarazione post-gara. "Sono andato oltre il manubrio e ho avuto una frattura del mio quarto metacarpo e ho lussato il quinto metacarpo, domenica mattina ho subito un intervento chirurgico e ho inserito una piastra per stabilizzarlo, poi nelle due settimane successive me la sono preso comoda. Sono stato molto attento a non avere un'infezione o qualcosa nella ferita.

"Oggi è stato il primo giorno di ritorno in sella alla moto", ha continuato Watson. "Sono passati solo tredici giorni dall'intervento, quindi non posso aspettarmi troppo e, sarò onesto, sto soffrendo molto, quindi sono rimasto soddisfatto di terminare decimo nella gara di qualifica. Sono fortunato che siamo qui in Indonesia, perché non ci sono così tanti piloti, ho ancora un obiettivo per il campionato e non voglio vederlo sfumare, se fossi rimasto a casa con la mia mano direi: "Posso girare. Sono contento di essere qui, anche se sto faticando un po', voglio solo prendere più punti possibili, non fare nulla di stupido, rimanere costante e continuare a lottare, spero che dopo queste due settimane potrò tornare al cento per cento nel Repubblica Ceca."

E' difficile prevedere cosa porterà il Gran Premio di Indonesia domani, anche se si potrebbe fare una buona ipotesi. Le battaglie in testa al gruppo potrebbero non far emozionare, visto che i pole man sembrano avere tutto sotto controllo, ma c'è ancora molto da osservare in fondo al gruppo. Ad ogni modo, cosa succederà se pioverà?

Testo: Lewis Phillips | Immagine Principale: Ray Archer

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!