Visti da Vicino: Jeffrey Herlings

Una lunga ed esaustiva intervista esclusiva con Jeffrey Herlings

· 18 tempo di lettura

Compra la gamma 2020 di Alpinestars su 24MX!

Segui @MXVice su Instagram.

Jeffrey Herlings è scomparso quest'anno, il che ha ovviamente distrutto i fan di tutto il mondo. Herlings era presente al Gran Premio della Repubblica Ceca, tuttavia, e si è concesso un po' di tempo per una lunga intervista con MX Vice. È passato un po' di tempo dall'ultima volta, quindi c'era molto di cui parlare. Herlings ha parlato delle sue varie lesioni in modo sincero, così come della data di ritorno e quanto di questi ultimi dodici mesi siano stati pesanti per lui. Ci sono molte nuove informazioni qui sotto, quindi tuffati subito a leggere!

MX Vice: Prima di arrivare a tutto quello che è successo, prima di tutto, come stai? Guidi, guidi, tutto questo … Stai bene? Questo è stato difficile. Penso un bel po'.  

Jeffrey Herlings: Diciamo, è stato un fuori stagione, con tutto ciò che è accaduto dal punto di vista degli infortuni. È stato un peccato. Essere così dominante l'anno scorso e ora con quello che sta succedendo quest'anno, poi mi chiedi come sto… Sì, non sto bene. Il motocross è una parte così grande della mia vita. Vorrei solo essere là fuori ogni fine settimana con i ragazzi e correre.

(Ray Archer)

Per ora, mi sto solo concentrando sulla mia guarigione per guarire e tornare al cento per cento in salute. Ovviamente, non sarò più al cento per cento quest'anno. Il recupero da entrambi gli infortuni sarà solo una questione di tempo. È stata una strada difficile con molti dossi. Penso che il 2020 ricomincerà da capo. Nuova stagione, nuove possibilità.

Penso che l'ultima volta che abbiamo parlato sia stato a novembre e a quel punto stavi amando la vita. Eri il ragazzo grosso ai box. Tutti ti adoravano. Penso che tu sia andato in vacanza e ti sia concesso una pausa. Immagino che ti abbia fatto bene, vero? Dopodiché, eri rinfrescato e pronto a tornare alla routine del programma di allenamento più intenso di sempre.

Si. Ero perfettamente nei tempi previsti. L'incidente è stato solo poche settimane prima… Penso che due settimane prima stavo per fare la mia prima gara. Penso che siamo migliorati sulla moto dal 2018 al 2019. Ho migliorato me stesso. Avevo il peso giusto. Ero fisicamente a posto. Ho guadagnato velocità. Ero, penso, migliore di quanto non fossi mai stato, persino migliore del '18. Poi un incidente ha cambiato tutto, anche se è stato solo un piccolo incidente. Il mio piede era tra il muro e la moto e mi ha distrutto. È cambiato tutto l'anno. Diciamo che era solo l'inizio della fine.

(Ray Archer)

Lo chiameresti davvero un incidente? Come dici tu, sei stato bloccato tra un muro che era sul lato della pista. Sei davvero caduto dalla moto? Hai davvero colpito la terra?

Sì, ho davvero colpito la terra. Quando mi sono rialzato, non pensavo che fosse così male e volevo alzarmi. Mi sembrava che qualcosa non fosse davvero corretto lì. Poi ho pensato di essermi rotto la tibia o il perone, ma poi ho visto che la mia gamba era ancora dritta. L'ho tirato fuori dallo stivale e tutto sembrava a posto. Pensavo: "Potrei essermi solo rotto un piccolo osso nel piede o qualcosa della caviglia". Quindi siamo tornati a casa la stessa notte per essere sicuri e poi quando ho fatto le radiografie, i dottori mi hanno detto "Questo non va bene. Potrebbe essere un infortunio per la carriera" perché era davvero distrutto.

Quindi ovviamente tutto è andato bene e hanno riparato tutto. Non sarà mai più come una volta. Quando cammino, non è ancora al cento per cento soprattutto con l'ultima frattura alla caviglia. È stato un peccato. Ecco perché voglio guarire ora. Il tempo stringe. Sono davvero concentrato sulle corse di Assen, per fare il "Nazioni" e, si spera, qualche altro GP. Devo iniziare a guidare in qualunque momento al più presto perché ci vorranno almeno sei settimane per essere in forma al Nazioni e abbiamo ancora otto o nove settimane.

Per ora, voglio solo guarire. Dovrei iniziare a guidare presto. Non so esattamente quando. Forse tra cinque giorni o forse tra dieci giorni. Non lo so. Quindi controllerò se va bene col dolore o no, perché ci sono due nuove viti nella mia caviglia che sono davvero sulla palla, diciamo, della caviglia ed è davvero irritante, perché è esattamente dove si trova lo stivale.

(Ray Archer)

C'è molto attrito tra lo stivale e la moto, a causa del punto di pressione. Spero che non faccia troppo male. Abbiamo già deciso che, se riusciamo ancora a vincere alcune gare, subito dopo la stagione rimuoveremo tutto il materiale che è nel mio piede e nella mia caviglia in questo momento. Quindi inizieremo con un foglio pulito per il 2020. Come ho detto, nuove possibilità e nuova stagione.

Quella pista in cui si è verificato il primo infortunio, ho sentito da altre squadre che è comunque un posto pericoloso. Ho sentito che un pilota di MX2 o qualcosa del genere ha fatto quasi la stessa cosa di te. Non è che fosse una cosa da colpo di sfortuna. Quella pista non è eccezionale.

Beh, ho fatto molti giorni di guida lì, ma quel giorno faceva piuttosto caldo. Venti o venticinque gradi ed era solo la fine di gennaio, quindi a causa del sole l'hanno bagnata. Il giorno prima, circa venti o venticinque piloti sono andati in moto lì, quindi la pista era davvero come il ghiaccio. Appena sulla rampa la mia ruota posteriore è scivolata, poi ho perso l'equilibrio e quando sono atterrato la mia moto era di quasi novanta gradi, diciamo.

Sono corso dritto contro il muro. Solo il mio piede che era nel mezzo. Se il muro non fosse stato lì… Se fosse stato in America, probabilmente avrei avuto altri venti metri per uscire di pista. Non sarei nemmeno caduto. Non avrei niente. Solo tempismo sbagliato e posto sbagliato. Non bene.

(Ray Archer)

È divertente che tu abbia detto che avresti potuto essere ancora meglio quest'anno. Ho intervistato Dirk [Gruebel] un paio di mesi fa e ha accettato. Ha detto che forse non sarebbe stato al primo round, ma a questo punto della stagione probabilmente saresti stato anni luce migliore dell'anno scorso. Ovviamente ci credi anche tu.

Non ci credo nemmeno. Lo so per certo. Sono stato sulle stesse piste nelle stesse condizioni. Sono stato solo un giro più veloce in termini di tempo… Tutto saggio! Mi sentivo semplicemente meglio sulla moto. Abbiamo cambiato alcune cose, che sono davvero convinto che siano migliorate. Ero sicuro che avrei potuto fare di meglio. Sapendo come la stagione è andata così lontano, con non molti ragazzi rimasti. [Clemente] Desalle è fuori. [Romain] Febvre era fuori all'inizio della stagione. Tony [Cairoli] è fuori. [Tim] Gajser è praticamente tra i primi cinque l'unico che è sopravvissuto facendo tutte le gare finora. È stata una stagione infernale con quello che avete visto tutti. È una per i libri di memoria.

Penso che quel primo infortunio… Sembra che tu l'abbia preso un po' sul mento. Hai accettato di essere stato ferito come "Giusto. Questa è un'occasione per fare un'altra grande pausa e prepararmi per la seconda metà della mia carriera." Sembra che tu abbia appena chiuso il motocross. Sono sicuro che sei tornato un po' sul programma McDonald's, il che ti ha reso felice e alleviato un po' il dolore .

Sì, adoro il cibo. Adoro ancora il cibo. Per tutto l'anno non ho potuto davvero godermelo, perché quando è successo… Non puoi capire come, perché sapevo che era normale. C'erano molti sponsor coinvolti e molte persone coinvolte. Vogliono che gareggi il più rapidamente possibile, il che è normale. Non è che ho davvero avuto una vacanza. Dal momento in cui ho potuto iniziare l'allenamento, sono andato ad iniziare l'allenamento e cose del genere. Dopo il secondo infortunio mi sono preso solo due settimane di pausa, perché ero ingessato, poi ho iniziato a pedalare, facendo tutto ciò che potevo fare.

(Ray Archer)

Solo così quando torno in moto come adesso e anche l'ultima volta, almeno sono in buona forma. Normalmente quando inizi a tornare in moto alla fine di novembre, hai ancora due o tre mesi prima della prima gara, ma ora probabilmente ho qualche giorno o qualche settimana. È un peccato tornare in moto e non saperlo. Ora ho avuto quattro settimane di allenamento così duro, ma non so davvero se salirò sulla moto e se sarà possibile con le viti e cose del genere.

Sarà un peccato se comincio a guidare e poi ho molto dolore, quindi non sono in grado di continuare e ho bisogno di un intervento chirurgico già prima. È tutto un punto interrogativo in questo momento. Cerchiamo solo di tirar fuori le cose positive. Non ci sono molte cose positive da dire sul 2019, ma almeno sarà un sogno che diventerà realtà per quest'anno per almeno finire con un buon Nazioni. Questa è l'unica cosa che posso ancora realizzare quest'anno. Per il resto, è stato solo un incubo.

(Ray Archer)

Immagino di doverlo chiedere. Tutti adorano questa domanda. Si parlava di te che potevi fare l'AMA ma, ripensandoci ora, non avrebbe funzionato. Anche se avessi ottenuto il via libera da KTM, non avrebbe funzionato in termini di tempo. Non saresti stato pronto. Anche se avessi provato a correre Hangtown, saresti stato al cinquanta percento.

No, perché più o meno sono salito in moto quando era ora di Hangtown. Non sarei stato pronto comunque. Ho pensato che sarebbero stati tre mesi. I dottori mi hanno dato sei mesi. Ero tipo "Tra tre mesi tornerò in moto". Poi ho pensato "No. Non ero nemmeno sulla moto." Anche se KTM avesse detto "Ehi, andiamo a farlo", non sarei stato pronto comunque. Penso che insieme alla KTM abbiamo preso la decisione migliore di restare qui e gareggiare due gare, quindi fare un'altra vacanza.

Mi sento davvero male per la squadra, perché hanno impiegato così tanta energia e tempo e abbiamo lavorato così duramente durante l'inverno. È veramente un peccato. Non abbiamo avuto risultati quest'anno. Abbiamo vinto una manche. Questo è tutto. Soprattutto provenendo da dove che eravamo l'anno scorso, è stato solo un incubo per me e per KTM. È un peccato, ma spero che l'anno prossimo potrò consegnare loro un altro campionato. Innanzitutto, cercando di rimanere in salute durante l'inverno. Prenderò tutto il materiale e riproverò tutto da capo.

(Ray Archer)

Dici di aver vinto solo una gara, ma quella sola… Ti ho visto fare cose incredibili nel corso degli anni. Ero in pit lane a guardare quella prima manche in Lettonia e sono rimasto veramente lì come: "Non riesco a credere a quello che vedo". Ho detto a Dirk dopo la gara che penso sinceramente che possa essere ricordato come la tua migliore manche di sempre, considerando tutto quello che è successo.

Sì, perché in realtà ho avuto un piccolo incidente. Quando mi sono rialzato, mi sono passati sopra la caviglia e mi ho pensato: "Non va bene!" Dopo il giro di ricognizione, ho zoppicato in bagno per fare una pipì prima della manche: "Questo davvero non è buono." In realtà sono partito bene. Ho curvato secondo. Poi il primo salto che ho fatto… Ho sentito la caviglia nel mio stivale. Ero tipo, "Questa potrebbe essere l'ultima manche dell'anno. Chissà anche se l'ho rotta o no? Ho solo intenzione di vincere e sono fuori. Sto per andare a casa".

Non so se ricordi l'intervista post gara dopo la gara. Tutti dicevano: "Sì, hai vinto!" Ho detto: "Sì, e mi sono anche rotto la caviglia, quindi sono fuori per la giornata". Mi guardavano tutti come "Mi sta prendendo in giro?" Poi siamo andati a fare una radiografia e avevo una grossa frattura alla caviglia. Questo è stato. Il ritorno.

Se ricordo bene quella manche, eri in testa all'inizio e poi gli altri ragazzi ti hanno raggiunto un po'. A quel punto pensavo: "Abbastanza giusto. È qui che entra in gioco la sua forma fisica. Non è al cento per cento e ha fatto una buona corsa. Ora finirà al terzo posto e saremo tutti felici." Sei tornato di nuovo però e pensavo: "Come?" Poi a quel punto ho pensato: "Se fosse stato in piena salute, che cazzo avrei visto in questo momento?

Avrei vinto, avrei vinto il GP e penso che dopo avrei vinto molte gare. Se questo e se quello. Ci sono così tanti se. È così. Finora è stato solo un anno da incubo. Voglio solo essere in salute, tornare alle corse come tutti vogliono che io stia correndo e in buona forma. Anche per il resto dell'anno, sono quasi fuori dalla bici da gennaio. Ho trascorso un mese in bici. Anche per Assen, non sarò mai bravo come l'anno scorso. Per ora, è solo importante rimanere in salute il più possibile e finire quest'anno, tirare fuori tutto il materiale, fare un respiro profondo e riprendere tutto l'anno prossimo.

(Ray Archer)

La caviglia non era comunque l'ideale, ma era peggio perché, se ho capito bene, non avevi comunque la piena mobilità in quel piede quando sei tornato. Quindi ovviamente ti hanno rifatto un gesso, quindi… non so nemmeno cosa succederà dopo.

Si. Diciamo che avevo già fatto quattro passi indietro e poi me ne ho fatti altri otto. Ora ci ho lavorato un po' su, ma a causa del materiale nel piede non avevo la piena mobilità. Ecco perché vogliono portare via tutto il materiale alla fine dell'anno. Adesso ho dieci o dodici viti, due placche e altre due viti nella caviglia. Sarò più leggero di un chilo di metallo entro la fine dell'intervento. Non vedo l'ora di levare tutto e di riavere la mobilità. Mi sento davvero come se tutte le viti e le piastre fossero lì in questo momento, non ho il movimento completo e mi dà fastidio nella vita quotidiana ma anche con le corse. Penso che sia davvero importante tirar fuori tutto.

Pensi che la caviglia sarà meglio del piede, a questo punto dell'anno prossimo?

La caviglia dovrebbe tornare al cento per cento. Diciamo che il piede sarà sempre un po' sfregiato. Andrà meglio, ma non sarà mai più al cento per cento. Avrò sempre un problema in alcuni movimenti, ma dovrei essere in grado di camminare normalmente e di guidare senza dolore. Non sarà mai più come una volta, ma la caviglia dovrebbe essere di nuovo al cento per cento.

(Ray Archer)

La seconda lesione in comunque molti mesi. Deve essere ancora più difficile da prendere. Stavo davvero pensando: "Come hai potuto prenderlo mentalmente?" Come ho detto, ero preoccupato per te. Stavo pensando: "Come può una persona gestire così tanto?" Soprattutto dopo aver vinto una manche. Hai solo avuto una piccola occhiata di ritorno.

Almeno mi sono fermato in un momento clou. Mi sono fermato in cima.

Nessuno può dire che hai fatto schifo.

Mi sono fermato come eroe. Sono subito tornato a casa. Ero in macchina già venti minuti dopo la manche e continuavo a sudare.

Eri su un aereo, tipo, due ore dopo la manche. Non riuscivi nemmeno a capirlo.

Si. Abbiamo preso un biglietto diverso. Ho detto: "Ci sto finendo. Voglio andare a casa adesso". HO detto a Valentina [Ragni]: "Per favore, fammi un biglietto per casa. Voglio solo andare a casa. Ci sono passato." Poi ero a casa tipo a mezzanotte e mi sono seduto sul divano da solo. Guardavo la TV come "Ugh". Non sapevo davvero più cosa pensare o cosa dire. Qualunque cosa sia successa, è successo.

Ero tipo "Ero una persona così cattiva in passato? Per cosa me lo merito?" Penso che ogni grande campione abbia avuto quei momenti. [Ryan] Villopoto è stato fuori per due anni consecutivi nel 2009 e nel 2010. Stefan Everts ce l'aveva. [James] Stewart ha avuto molti incidenti. Perfino Tony [Cairoli] adesso. '15, '16 e '19. Questa è la parte di merda degli sport motoristici che a volte fanno schifo.

(Ray Archer)

Questa è la mia unica linea. Negli articoli e quando parlo con le persone, questa è l'unica cosa che tratto sempre. A tutti piace parlare di te tipo: "È sempre ferito. Quando imparerà a stare in moto?" Guarda i fatti. In realtà non ti fermi così tanto. Non succede. Guarda tutte le tue ferite. Sono successe tutti i tipi con queste cose strane.

[Arminas] Jasikonis ha colpito il tuo piede. Non è stata davvero colpa tua. Colpire un muro sul lato di una pista… Portalo via, saresti andato bene. Ci sono così tante cose come questa. Uddevalla, in quella prima curva. Se non fosse stata la partenza, forse saresti andato bene? In realtà non ti fermi così tanto. L'ho detto un milione di volte. Le persone hanno bisogno di ascoltarmi! In realtà non cadi.

Beh, in realtà cado ma non ne faccio di grandi. Se hai visto [Tim] le cadute anomali di Gajser quest'anno…

Guarda la Lettonia. 

Si. Ho molto rispetto per lui, ma se fossi in lui probabilmente sarei su una sedia a rotelle proprio ora. Ha così tanti incidenti e tutti vanno bene. Sono molto contento per lui, ma ha avuto un po' di fortuna. Merita il campionato quest'anno, perché penso che sia stato il migliore quest'anno dopo tutte le cose che sono successe. Se mi guardi, tipo il mio incidente in Svezia, è stato solo un piccolo ribaltamento. Boom. Dito quasi ko.

Colpisci il fianco della pista nemmeno così forte, il piede in frantumi. Sono caduto a Loket tre anni fa. Sono restato in piedi. [Jordi] Tixier mi ha investito e mi sono slogato l'anca. Ora cado sul giro di ricognizione e mi passano sopra il piede. Se ci pensate, allora siete tipo "Perché?" Non ho mai avuto grossi incidenti. Quando cado, molte volte è solo una piccola caduta. Se solo tocco il terreno, allora è un affare fatto.

(Ray Archer)

Come dici tu, guarda Gajser. Se qualcuno mi dicesse, pensa a un grosso incidente di Gajser. Posso immediatamente inventarne uno… [Pauls] Jonass anche. Messico quell'anno. Volare in aria. Ogni pilota ha uno di quelli. Se qualcuno mi chiedesse di pensare a un grosso incidente di Herlings, non so se potrei farlo. Forse ne hai uno in mente, ma sto disegnando uno spazio vuoto.

Bene, nel 2013 ho avuto dieci grandi incidenti e mi alzavo in piedi dicendo: "Va bene".

Un tempo eri Gajser!

Sì, ero come un uomo di gomma. Ora, se colpisco il mazzo, allora sono tipo "Dov'è il crack?" Le cose cambiano. Invecchiando, penso. Le ossa stanno invecchiando.

Abbastanza di questo. Non ne parleremo mai più. Sul positivo. Stai tornando. Dagli cinque o dieci giorni e tornerai in moto. Ovviamente a Lommel non accadrà. Non so perché la gente ne stia nemmeno parlando. Imola… Immagino che potresti spinger per quella gara? Questa è vicino però. Uddevalla, sono due o tre settimane, quindi forse?

Penso che lo scenario perfetto sarebbe forse fare una gara di riscaldamento e poi gareggiare in Turchia, Cina e Assen. Quello sarebbe lo scenario perfetto. È anche una decisione di squadra. Forse dalla squadra vogliono che torni prima. So che se devo tornare prima e correre Imola, probabilmente potrò correre, ma non sarò da nessuna parte. È difficile fare un piano anche con la squadra, perché devo prima guidare per sapere se soffro o no.

(Ray Archer)

Se devo fare subito un intervento chirurgico per estrarre tutto il metallo o se posso tenerlo dentro fino a dopo Assen. Per ora, non esiste davvero un piano. Sono molto felice che KTM sia stata di grande supporto in tutto. Non è un bene per la squadra che mi sia infortunato, ma mi sono stati davvero dietro con tutto. Devo davvero ringraziarli su entrambe le ginocchia per tutto quello che hanno passato con me. Abbiamo avuto molti alti e bassi. Tornando alla tua domanda, onestamente non lo so. È una decisione che dobbiamo prendere con il team e lavorare da lì.

Non c'è una piccola gara belga a metà agosto? Funzionerebbe come una gara di riscaldamento?

Ma anche quella è già tra due settimane.

No, non ce la fai.

Sarà tutto molto presto. Dobbiamo aspettare e vedere. Per ora, non esiste davvero un piano. Possiamo fare un piano solo una volta tornato in sella, in realtà, e poi lavorare da lì. Ancora una volta, voglio ringraziare il team di gara della Red Bull KTM per aver creduto in me e per tutto quello che abbiamo passato. Spero di poterli ripagare l'anno prossimo con un campionato.

(Ray Archer)

Così. Riguardo il Nazioni. Questo è tutto ciò che ci interessa. Penso che se vincessi il  Nazioni come squadra e individualmente, allora potresti guardare indietro e dire:" È stato l'anno in cui ho vinto il Nazioni! Lo ricordo." Ti basterebbe? Credo di si.

No, non c'è molto altro di cui parlare. Cos'altro hai fatto nel 2019? Sì, ho fatto due GP.

Sei andato a Desertmartin. È stato perfetto.

Sì, sono andato a Desertmartin e ho firmato alcuni autografi. No, sarà bello, perché come Olanda non abbiamo mai vinto il Nazioni, quindi penso che se potessi essere in salute, avremmo grandi possibilità. Sicuramente gli Stati Uniti, la Francia, l'Inghilterra… Hanno squadre forti, ma penso che avremo una potenziale squadra vincente.

Non sarai al cento per cento, come hai detto, ma non è che rimarrai seduto lì pensando: "Non so come farò. Forse finirò decimo?" Hai vinto se sari al cento per cento, ma sarai abbastanza bravo da avere fiducia in te stesso, facendo bene.

Sì, è una gara sulla sabbia, quindi sicuramente questo già aiuta. Penso che sia importante poter fare alcune gare prima, perché faccio sempre fatica con le braccia dure e cose del genere. Sarà bene fare alcune gare prima. Tutto dipende dal piede. Prima di guidare, non posso dire a nessuno un piano. Non ho un piano. Devo solo aspettare e guardare giorno per giorno, onestamente.

(Ray Archer)

L'anno scorso il programma di allenamento ti è pesato un po'. Stavi contando i giorni. Hai trascorso alcune belle vacanze adesso. Direi che hai avuto una pausa decente. Sei pronto adesso? Sei pronto per rientrare? Non è un problema? Sei motivato, eccitato e non vedi l'ora.

Sì, sicuramente. Sono sempre stato motivato. Ero super motivato quest'anno. Se ho qualche giorno di riposo, va bene. Ora voglio solo tornare sano. Non è bello saltare sulla moto e non essere in buona salute. Questo è il più importante per rimanere in salute. So che se salgo presto sulla moto, non sarò in salute al cento per cento, ma speriamo che l'anno prossimo, quando tutto il metallo sarà fuori, possiamo iniziare con un foglio pulito.

Prima di iniziare con quel foglio pulito, devi avere un meritato McFlurry. Puoi ordinare qualsiasi gelato tu voglia da McDonald's.

Ne ho avute alcune durante tutto l'anno. Fino ad ora ho trascorso delle vacanze. Sto bene con i McFlurry per ora. È tempo di lavorare di nuovo e speriamo di aggiungere qualche altro anno piacevole. Soprattutto per me per sperare di ottenere il campionato l'anno prossimo. Quello sarà buono.

Infine, a nome delle migliaia e migliaia di persone che ascolteranno o leggeranno questa intervista, ci sono mancate queste interviste. Questi sono i migliori tipi di interviste. Siamo pronti per il 2020.

L'intero paddock mi mancava! Immagino sia tempo per me di tornare.

Intervista: Lewis Phillips | Immagine Principale: Ray Archer

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!