Punto di Vista: Arnaud Tonus

L'analisi del Gran Premio del Belgio con Tonus

· 4 tempo di lettura

Compra la gamma 2020 di Alpinestars su  24MX!

Segui @MXVice su Instagram.

Il Gran Premio del Belgio, disputato nella sabbia senza fondo di Lommel, è una delle gare più difficili del mondo. Nulla riassume meglio di questa esclusiva intervista di MX Vice con il pilota di Monster Energy Wilvo Yamaha MXGP, Arnaud Tonus, che stava chiaramente lottando per capire quanto fossero difficili le cose nelle ore successive alla sua ultima manche. Questa intervista assolutamente divertente è stata inizialmente rilasciata come podcast su vari canali diversi.

MX Vice: Pensavo che il sabato fosse stato buono. La velocità era buona. Stavo pensando: "Eccoci. Un altro podio!" Quindi oggi non lo so. Sembrava che nulla funzionasse davvero come doveva. Giornata difficile in ufficio, immagino?

Arnaud Tonus: Si. La prima manche è stata buona. La prima manche è stata solida. Nella seconda manche sono caduto tre volte e così è abbastanza difficile ottenere un buon risultato. Mi sembrava che la mia guida fosse buona. Ho solo fatto troppi errori nella seconda. Sono caduto una volta all'inizio della gara. Sono tornato. La mia guida è stata buona, perché mi sono avvicinato molto al gruppo. Penso che fossi decimo o nono o qualcosa del genere.

(ConwayMX)

Sono caduto di nuovo. Poi sono tornato al decimo e sono caduto nell'ultimo giro. Questo mi ha ucciso, perché ero bloccato sotto la moto, quindi non potevo rialzarmi e ho finito quattordicesimo. È stato estremamente frustrante fare così tanto sforzo e rimanere bloccati sotto la moto. E' stata una sofferenza. Volevo uccidere qualcuno. Questo è sport.

La mancanza di Lommel MXGP per un anno la rende ancora più dura? Ovviamente, ti alleni qui tutto il tempo. Sei abituato al posto. Perdere questa gara per un solo anno, rende ancora più scioccante il sistema?

Non lo so. Lommel è una guerra. Inoltre, si. Non ci sono scuse, ma mi sono ammalato dopo l'Indonesia e questa cosa mi ha ucciso un po'. Ero fuori dalla moto fino a Loket. Ho guidato solo una volta. Di solito a quel tempo potevo riprendere a guidare la sabbia e fare un po' di lavoro per questa gara. Non ho potuto guidare affatto. Ho lavorato molto in inverno e ho perso quella parte vicino alla gara per prepararmi bene, ma il fine settimana è stato solido. Solo la seconda manche è stata mer * a. La mia guida penso sia stata molto meglio di quanto non fosse nella sabbia.

(ConwayMX)

Parlando di allenamento qui e di come sei abituato al luogo… Alcuni piloti mi hanno detto che in inverno prima di questa stagione hanno messo un po' di sabbia diversa in questo posto e l'hanno fatta sembrare diverso. I piloti mi stanno dicendo cavolate? Sembra quasi basato sulla tua faccia.

Si. Non credo che portino sabbia su questa pista.

Qualcuno mi ha detto che avevano portato qualcosa che lo rendeva diverso e rendeva diversa la composizione della terra. Mi stai guardando come se fossi pazzo.

Sì, non lo so. Forse, ma non mi sento come se lo avessero fatto. Penso che ci sia abbastanza sabbia qui che sarebbe strano portarla da qualche altra parte. Forse è vero che in realtà la sabbia sta davvero cambiando.

Forse è proprio così. Forse non c'era nuova sabbia, sta solo cambiando.

Penso che diventi sempre più difficile negli anni, ma oggi sicuramente non è stato difficile. Era profondo e duro. Penso che abbia piovuto venerdì e la abbia reso davvero profonda. C'erano molte classi anche ieri, quindi la pista è stata davvero sconnessa. Non è una sorpresa per Lommel.

(ConwayMX)

Immagino che tu fossi uno dei ragazzi che hanno eliminato il singolo mentre torni alla partenza. Forse non stavo prestando abbastanza attenzione al warmup, ma hai iniziato a farlo solo in gara uno. Hanno risolto un po' la rampa e ti ha permesso di andare fino in fondo?

Sì, l'ho fatto nel warm up. Hanno riparato la rampa. L'ho chiuso un paio di volte, penso.

Sì, penso che tu l'abbia fatto più di chiunque altro.

Si. L'ho chiuso tipo: "Wow. Era così fottuto e l'ho fatto lo stesso." Ero molto corto. Quando penso a questo momento, sono tipo "Oh mer * a. È pazzesco". Siamo al limite. Penso che lo siano tutti. A volte fai solo un movimento sbagliato, perché le gambe stanno faticando un po'. L'ho messo duro. Ho avuto alcuni momenti anche negli altri posti. Una volta sono andato completamente di lato dopo la partenza. Due salti con gli sci, il secondo ho quasi fatto un 360 lì. In qualche modo non sono caduto. È stato pazzesco. Sono felice di essere sano, perché avrei potuto essere di più a terra.

Sembra che dovevamo tirare fuori una bandiera nera per i tuoi errori. Sembra che tu fossi un po' pericoloso là fuori.

Lo ero. Nella seconda manche lo ero, perché l'energia era piuttosto bassa. Ce l'ho ancora fatta. Se non lo stai [inviando], stai solo andando indietro in quelle condizioni. Devi ancora andare oltre i dossi e devi ancora fare lo sforzo, anche spingendo attraverso la fatica. Può essere impreciso.

(ConwayMX)

Quel grande singolo che hai inserito, è stato ancora più sicuro lanciarlo. Destra? Quell'avvallamento era orribile. Anche ieri, in prova, quel piccolo avvallamento tra il panettone, immagino che lo cambieresti  e il singolo sembrava orribile.

Non c'è posto un sicuro qui.

Stai bene? Sento che non stai bene adesso.

Non sto bene. Non sto assolutamente bene. Mi sento ubriaco solo per la fatica.

Mi sento come se stessi parlando con un veterano di guerra.

Sì, è possibile. Mi sento davvero ubriaco. Penso che sia la stanchezza che è andata in profondità oggi. Sì, quella seconda manche, altrimenti sarebbe stato un fine settimana positivo.

(ConwayMX)

Ultima cosa… Starai bene? Ci sono oggetti appuntiti in giro? Sono abbastanza preoccupato di lasciarti solo ora. Sarai al sicuro?

Mi sto trattenendo e userò la spalla di Marie per riportarmi in macchina.

Intervista: Lewis Phillips | Immagine Principale: ConwayMX

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!