Chiacchierata: Brent Van Doninck

Una chiacchierata con Van Doninck la domenica di Lommel

· 9 tempo di lettura

Acquista la collezione 2020 di Alpinestars su 24MX!

Segui @MXVice su Instagram.

Brent Van Doninck è uno dei tanti piloti della MX2 che sta affrontando un futuro incerto. Quando la bandiera a scacchi finale sventolerà al Gran Premio di Cina a settembre, segnerà la fine della sua carriera in 250. Ci sono ancora otto manche da fare tuttavia e ci sono alcune soddisfazioni che vuole levarsi prima di passare alla categoria superiore. Tutto questo è discusso in questa approfondita intervista di MX Vice dal Gran Premio del Belgio.

MX Vice: Non il GP di casa che volevi, davvero. Facciamo questa intervista a mezzogiorno di domenica, il che significa che non è andata bene. Ieri hai avuto un incidente piuttosto spaventoso. Neanche un incidente spaventoso, ma quello che è successo dopo non è stato grandioso. Parlaci di tutto quello che è successo ieri e di come sei arrivato a questo punto.

Brent Van Doninck: Si, ieri mi sentivo davvero bene nelle prove libere. Sono arrivato terzo, penso, poi nelle prove cronometrate ho fatto un giro tirato, ma non è stato un gran giro. Mi sono toccato con un altro pilota dopo il salto all'arrivo. In realtà è stato davvero stupido, perché non ricordo davvero come sia successo. Siamo arrivati insieme, ci siamo toccati coi manubri, li abbiamo incrociati e sono volato oltre il manubrio.

(ConwayMX)

Ho sbattuto la testa sulla rampa della sezione delle waves. Puoi anche vedere sul mio casco che mi sono davvero spaccato la parte destra della testa. Da allora, le luci si sono spente. Sono stato messo ko. La gente mi ha detto che tremavo molto. Ne ho parlato con il medico, con lo specialista in ospedale. Ha detto che questo non è un attacco epilettico o qualcosa del genere. Lo vedi molte volte anche negli incontri di boxe. Qualcuno viene messo giù e inizia a tremare un po'. È una cosa normale… Non direi normale, ma una reazione del cervello.

Hanno fatto alcune scansioni e tutto, ma va tutto bene. Oggi mi sento abbastanza bene. Volevo guidare, ma il dottore della FIM non mi lascia guidare. Ho un documento dello specialista dell'ospedale che mi ha dato il permesso di guidare, ma il medico della FIM ha l'ultima parola. Disse: "No, non guiderai". Le regole sono che se sei stato messo ko per alcuni minuti non sei in grado di guidare. Questo riassume il fine settimana.

(ConwayMX)

Allora il dottore della FIM non ti ha fatto un test? Non hai nemmeno avuto la possibilità di parlarne? Era proprio come "No. Non è una possibilità che tu guidi."

No. Naturalmente hanno fatto alcuni test ieri, qui in pista. Volevo andare in ospedale anche solo per essere sicuro, per vedere uno specialista e tutto il resto. Oggi sono tornato e ho visto il dottore della FIM. Non ha nemmeno chiesto come mi sentissi. Era proprio come "No, non puoi guidare oggi". Non mi ha nemmeno lasciato parlare o altro.

Non ne ero davvero felice, ma sono le regole. Lui è il capo, quindi non posso farci niente. Sono davvero deluso, perché qui ho molti fan e amici. Come ho detto, mi sento abbastanza bene oggi. Penso che avrei ancora avuto la possibilità di fare abbastanza bene, in realtà, quindi è un peccato.

(ConwayMX)

Sentire che stavi tremando dopo essere stato messo ko, deve essere stato piuttosto spaventoso. Immagino che una cosa positiva sia che il dottore abbia detto che non c'è nulla di cui preoccuparsi. Quando le persone te lo hanno detto, devi essere andato un po' fuori di testa?

Si. Davvero non sapevo cosa fosse successo all'inizio. Mi sono svegliato in ambulanza qui ed ero completamente legato. Il mio collo nel gesso. È stato un po' spaventoso. Il primo pensiero che ho avuto è stato: "C'è qualcosa che non va nella mia schiena? Sono paralizzato o altro?" Non sapevo cosa fosse successo. Poi mi hanno detto che ero stato ko per alcuni minuti e che tremavo molto. Questo mi ha spaventato un po'. Poi dopo, quando abbiamo fatto le scansioni e quando mi hanno detto che non c'era niente, non ero più preoccupato.

Penso, guardando la tua stagione fino a questo punto, che sia stata davvero buona. Meglio di quanto chiunque probabilmente capisca. Forse la ragione di ciò è che i risultati non sono abbastanza vicini alla velocità. È così? Tu come la vedi?

Stavo lottando un po' all'inizio dell'anno, ma al momento sto andando abbastanza bene. In Indonesia ho disputato due gare davvero buone. Loket non era poi così male, ma non era nemmeno la mia gara migliore. Non sono riuscito davvero a trovare il ritmo su quella pista. In realtà non mi sentivo così bene lì e poi questo fine settimana mi sono sentito di nuovo alla grande. La mia velocità è sicuramente molto migliore. Sto ancora faticando con le mie partenze.

(ConwayMX)

Questo è sempre stato un problema, perché sono un ragazzo pesante. Peso ottantuno o ottantadue chili. Oltre a ciò, ho avuto anche alcuni ritiri anche quest'anno. È stato male. Mi sento di nuovo bene come in passato, come nei miei bei anni, direi. Sto parlando ora come se fossi un vecchio… Sto ancora guidando una MX2 e ho ventitré anni. Penso che la mia carriera debba ancora iniziare un po'. Devo andare in MXGP l'anno prossimo, se ho un accordo, quindi vedremo.

Questa sarebbe stata la mia prossima domanda. Ti senti come se fossi bravo come quando eri sulla Yamaha e gareggiando per il podio? Pensi forse che potresti essere anche più veloce di così adesso?

Di sicuro sono più forte. Non direi più come velocità, ma penso di avere abbastanza la stessa velocità. Come ho detto, è anche più difficile mostrarlo in questi giorni nelle gare. Sento che il livello è più alto. Ora hai quindici o venti ragazzi davvero veloci qui. Penso che quando guidavo per Kemea, tre anni fa, c'erano dieci ragazzi veloci. Anche se avessi avuto una brutta partenza, al di fuori dei primi venti, avrei comunque finito tra i primi dieci. In questi giorni è davvero difficile. Anche i ragazzi che stanno lottando per il quindicesimo posto, sono molto veloci e fisicamente forti. Di sicuro, sono fisicamente più forte di quanto non fossi qualche anno fa. Devo solo avere un po' di fortuna, una buona partenza e posso fare quello che ho fatto qualche anno fa.

(ConwayMX)

Mi sento come se non avessi fatto accadere la cosa ieri, avresti potuto parlare dei primi cinque o forse anche salire sul podio questo fine settimana. Le ultime due settimane la velocità c'è sicuramente stata. Puoi sicuramente metterti in quella conversazione per finire di nuovo sul podio. La gente dimentica che l'hai fatto per due volte nella tua carriera.

Il podio è difficile in questi giorni. Vedi anche alcuni dei migliori ragazzi che ancora non sono saliti sul podio. Questa gara è nel mio cortile. Fisicamente, a dire il vero, penso di essere uno dei piloti più forti della classe. Ho lavorato molto duramente quest'inverno. Mi sento davvero bene. Penso che avessi buone possibilità di finire tra i primi cinque questo fine settimana o forse sul podio se ci fosse stata fortuna dalla mia parte. Sarebbe potuto essere un buon fine settimana.

Guardando la tua stagione fino a questo punto, sei felice? Ti senti ancora come se avessi ancora qualche casella da spuntare? Non solo la stagione si sta esaurendo, ma anche la tua carriera in MX2. Immagino che ci siano alcune cose che vuoi ottenere prima di fare il passaggio di classe.

Si. Il mio obiettivo era di finire ancora una volta sul podio forse quest'anno. È un peccato che ho avuto alcuni ritiri. Altrimenti sarei tra i primi dieci in campionato, se guardo ai miei risultati. Ad essere sincero, quest'anno mi sono davvero divertito. Soprattutto con la squadra… Per me sono come una famiglia. Lavorano così duramente sulle moto. Non puoi incolpare loro di nulla, anche se hai un ritiro o altro. Lavorano così duramente. C'è sempre un "se avessi fatto questo o forse avrei potuto farlo un po' meglio."

Non ho davvero rimpianti quest'anno. Dò sempre il massimo. Lo do sempre al cento per cento. Anche lo scorso fine settimana a Loket, mi sono dato al cento per cento, ma non potevo andare più veloce. Non ho trovato il ritmo e le linee. Fino ad ora, sono abbastanza contento di come è andato l'anno.

(ConwayMX)

Il prossimo anno, il che è ovviamente un argomento caldo al momento, devi passare a MXGP. Non hai scelta. Ti senti pronto? Se potessi rimanere giù per qualsiasi motivo, penseresti anche a passare a un 450?

Ad essere sincero, penso che sia tempo per me di salire sulla MXGP. Come ho detto, sono un ragazzo pesante. In realtà sto guidando meglio anche con la 450. In inverno stavo guidando due o tre mesi con una 450 ed ero abbastanza veloce. Mi sentivo davvero a mio agio anche in moto. Ad essere sincero, con il Nazioni di quest'anno, speravo in un certo senso che mi avrebbero scelto per guidare una 450, perché sarebbe stata una buona occasione per mostrarmi anche sulla 450.

Certo, Kevin [Strijbos] ha più esperienza di me. Sono rimasto un po' deluso perché, come ho detto, era una buona occasione per mettermi in mostra. Al momento non ho nulla per il prossimo anno. Stiamo parlando un po' con alcuni ragazzi, ma nulla è ancora sicuro. Spero di ricevere qualche telefonata dopo questa. Vedremo.

(ConwayMX)

A proposito di quei discorsi che stai facendo in questo momento, sei contento di come stanno andando le cose? Ti sembra almeno che potresti finire per trovare qualcosa?

Penso che troverò qualcosa. Come ho detto, ho un grande cuore per lo sport, quindi anche se è un posto gratuito… Certo, devo sopravvivere anche io. Devo vivere anche io, ma se avessi la possibilità di guidare in una squadra davvero buona o anche in una squadra ufficiale gratis, la prenderei. Non hai questa possibilità spesso, ma vedremo.

Sei stressato? Ti stai stressando per il prossimo anno o sei abbastanza rilassato per tutto ciò?

Sicuramente sono un po' stressato e ci penso, ma abbiamo ancora alcune gare. Molti marchi sono in ritardo con i loro budget, quindi molti team non sanno ancora cosa faranno. Vedremo. Non so quanti ragazzi, ma penso che ci siano otto o nove ragazzi che devono passare in MXGP. Sarà difficile, di sicuro. Penso ai ragazzi che devono andare in MXGP, penso di essere uno dei ragazzi migliori. Forse questo aiuta un po'. Vedremo.

(ConwayMX)

Che ne dici di questo allora? Ho parlato con alcuni team di piloti e cose del genere, ma qualcuno mi ha detto che avrebbero avuto paura di metterti su un 450 a causa di quanto tiri il 250. Ovviamente, hai guidato i 450 e sei davvero fiducioso che sarai bravo. Non lo supponi nemmeno, sai che sarai bravo.

Si. So che a volte sto lottando un po' con gli ingranaggi, specialmente quest'anno. Devi tirare la moto un po' di più, la Honda, rispetto al resto delle moto. È strano. Quando guido la 450 non ce l'ho affatto, in realtà. Il 450 direi che lo puoi guidare quasi tutto il giro con la stessa marcia, perché è così forte. Non ho questo problema con la 450, come ho detto, e anche il mio meccanico ha detto: "Guidi la 450 molto più liscia della 250". Quello è buono. Non è un problema.

Hai sempre guidato la moto in quel modo? Non ricordo di averlo sentito così tanto con la Husky o la Yamaha. Sei sempre stato un po' così?

Sì, si è sempre divertito un po' di più, ma non come quest'anno. In realtà non so perché.

È come un fuorigiri dappertutto.

Si. Devi mantenere la moto carica di giri non appena atterri sul salto o qualcosa del genere. Non lo so. Mi sento meglio con la Honda quando la tiro un po' di più. Non so esattamente perché. Negli ultimi anni non ho avuto questo problema.

(ConwayMX)

Se qualche squadra sta leggendo questo o chiunque cerchi un pilota, sei più che felice di parlare? Sei aperto? Non è che sei vicino a firmare un accordo, giusto? Sei pronto a guidare una 450 e parlerai con chiunque voglia ascoltare.

Certo. Chiamatemi.

Intervista: Lewis Phillips | Immagine Principale: Ray Archer

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!