Matthes Report: Chiacchiere sul Nazioni

Sempre interessante il punto di vista di Steve, questa volta sul Nazioni degli americani

· 5 tempo di lettura

Acquista la collezione 202 di Alpinestars su 24MX!

Segui @MXVice su Instagram.

Il team USA è stato annunciato durante il fine settimana e se sei un fedele lettore di questa rubrica su MX Vice, sapevi già che sarebbero stati Jason Anderson e Zach Osborne di Rockstar Husqvarna insieme a Justin Cooper di Monster Energy Star Yamaha nella classe MX2. È sicuramente una buona squadra con una possibilità di salire sul podio e forse, forse, anche di vincere. Alcuni altri paesi sono stati colpiti da infortuni o hanno piloti che rifiutano di guidare, quindi gli Stati Uniti hanno la possibilità di fare qualcosa di buono laggiù nei Paesi Bassi.

Nessuno dei leader nelle classi 250MX e 450MX di qui andrà, anche se Kawasaki ha pubblicato una copertura PR per Eli Tomac e Adam Cianciarulo nel non andare. Non hai bisogno di conoscere i miei sentimenti su questa gara più di quello che ho scritto. Capisco al cento per cento la decisione di Kawasaki o di qualsiasi pilota che decida di non andare.

(Monster Energy Media/Octopi)

Si dice che Cooper Webb di KTM, prima di ferirsi al ginocchio questo fine settimana, abbia rifiutato un invito e che Osborne sarebbe diventato il pilota della MX2. Non solo capisco i motivi per non andare, secondo me ci deve essere un cambiamento fondamentale in questa gara e il modo in cui la programmano, aiutare le squadre prima che gli Stati Uniti tornino. In questo momento, è un compito molto difficile per qualsiasi Team USA andare lì e stare sullo stesso piano della maggior parte degli altri paesi.

Lo scorso lunedì al PulpMX Show abbiamo avuto un paio di grandi novità nello show che parlavano del loro tempo in rappresentanza degli Stati Uniti in questa gara, nonché della situazione attuale in cui si trova il Team USA. Jeff Stanton, sei volte campione SX e MX e tre volte partecipante Motocross of Nations e Damon Bradshaw, due volte partecipante Motocross of Nations. Entrambi i piloti hanno corso nella stessa era ed erano 1A o 1B per il titolo di miglior pilota del mondo in momenti diversi. Entrambi i ragazzi andarono con il Team USA nel 1990 e 1991 e poi rifiutarono entrambi l'invito in Australia per l'evento del 1992.

(Monster Energy Media/Octopi)

"Dirò subito che il più grande rimpianto che ho in tutta la mia carriera non è quello di non essere andato in Australia e fare quella gara", ci ha detto Stanton "Sono sicuro che tutti lo sanno, il motivo per cui non l'ho fatto è perché ero nel mezzo di un campionato 500 che stavo conducendo. Volevo vincere un campionato National 500. Non volevo volare fino in Australia, correre, tornare, tre fine settimana di fila. Questo è il motivo per cui non l'ho fatto. Il più grande errore che io abbia mai fatto. Non ho finito per vincere il pazzesco campionato National com'era, quindi avrei dovuto andare oltre e vincere il Motocross delle Nazioni. Fu un grande errore."

"Mi sento decisamente diversamente [rispetto a Jeff]", ci ha detto Bradshaw. "Non ricordo davvero il motivo particolare per cui non sono andato quell'anno, a parte onestamente che non volevo andare. Prima di tutto, è stato un onore essere scelto per andare allora e nei due anni precedenti a Jeff e penso che sarebbe stato [Jeff] Ward a farci passare. Ho avuto risultati orribili laggiù. Era solo un momento per me che ero già sfinito e a quel punto non volevo andare."

(Monster Energy Media/Octopi)

Un pilota dice che è stato il più grande errore che abbia mai fatto, l'altro dice che non ha rimpianti per essere andato. Quello [Stanton] che ha il rimpianto ha avuto alcune delle sue migliori corse in quella gara aiutando il Team USA. L'altro [Bradshaw] faceva parte di due squadre vincitrici ma non ha fatto bene come avrebbe sperato. Per quanto riguarda Tomac, al Motocross delle Nazioni non ha guidato al suo solito livello come avrebbe dovuto, tranne per una manche qui o là. Eli Tomac è 0-4 in questa gara con il rosso, il bianco e il blu.

"Penso che sia un pessimo tempismo. Penso solo che sia un pessimo tempismo per i nostri ragazzi. Ancora una volta, sono fantastici. Dovrebbero essere in grado di adattarsi e andare a farlo. Cosa c'è dentro per i piloti? È il tuo paese. Lo capisco ", Ci ha detto Bradshaw riguardo ai ragazzi che hanno saltato questa gara. "Lo capisco perfettamente. Non fraintendetemi. Ma con tutti questi altri eventi in arrivo, è un cattivo tempismo."

Questo punto è ben definito da me stesso e dagli altri. Con il programma degli Stati Uniti che si è spostato negli anni per accogliere il pacchetto TV e la stagione MXGP è stata spinta più avanti e più tardi, è una dura domanda per i piloti americani continuare a guidare e allenarsi per il motocross per un mese mentre i piloti MXGP stanno ancora correndo. Quindi proprio quando i piloti statunitensi tornano è completamente aperto con i test dei supercross, la Monster Energy Cup e via per la preparazione del supercross 2020. Quando sono i piloti del Team USA e per non parlare del team che dovrebbe avere un po' di tempo libero dopo una stagione che li vede correre undici volte più dei piloti MXGP?

(Monster Energy Media/Octopi)

Stanton è molto più esplicito riguardo ai piloti che restano a casa questa bassa stagione e, se conosci Jeff, sai che questa non è una sorpresa. "Kawasaki dice che non vogliono sostenerlo. Sto solo per dirti la mia opinione personale da dove sento che proviene; proviene da Eli e John Tomac che dicono: "Prenditi il caldo perché non lo vogliamo prendere noi il caldo." Questa è la mia opinione personale. Non vuole farlo. Gestisce Kawasaki proprio come [Ken] Roczen gestisce Honda, quindi hanno detto che non vogliamo farlo."

Una cosa è avere opinioni sui media come me, anche se ero un membro del Team USA nel 2003 come meccanico, ma quando parli con leggende come Bradshaw e Stanton che sono state nel Team USA e hanno anche rifiutato una possibilità, le cose si fanno un po' più serie, vero? "Penso solo che l'intera faccenda del Nazioni abbia perso fuoco e spirito", ci ha detto Stanton. "Questo mi rende triste, dopo che abbiamo vinto per così tanti anni, abbiamo perso quell'ardore per farlo." Non importa se ciò è dovuto al fatto che il Team USA ha perso per sette anni consecutivi o che fatti freddi e fatti concreti si sono messi in mezzo, non c'è dubbio che sia una affermazione vera.

Testo: Steve Matthes | Immagine Principale: Monster Energy Media/Octopi

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!