Conversazione: Jorge Prado

Le parole di Prado dopo una nuova doppietta ad Imola

· 5 tempo di lettura

Acquista la gamma 2020 di Alpinestars su 24MX!

Segui @MXVice su Instagram.

Il Gran Premio d'Italia è stato un altro fine settimana speciale per Jorge Prado. Lo spagnolo ha conquistato entrambe le manche del quindicesimo round, aumentando il suo vantaggio in classifica a centotrenta punti. Ora è quasi inevitabile che si aggiudichi il suo secondo titolo mondiale, in altrettanti anni, al prossimo Gran Premio di Svezia. Prado ha discusso di tutto ciò in questa esclusiva intervista con  MX Vice dalla storica struttura per corse su strada di Imola.

MX Vice: di nuovo 1-1. Niente è cambiato. Niente di nuovo. La tua solita sensazionale gara. È stato un weekend piuttosto perfetto a parte un momento impreciso nella seconda gara, credo. 

Jorge Prado: Si. È stato un ottimo fine settimana. Ieri mi sono sentito molto bene. Dopo la gara di ieri ho sentito che la pista era un po' imprecisa, ma oggi lo era ancora più [imprecisa]. Se paragoni oggi con ieri, allora ieri era molto meglio. Oggi la pista era piuttosto accidentata e non aveva davvero un ritmo. Nell'ultima manche ho trovato un buon ritmo negli ultimi giri, ma era una pista abbastanza strana da guidare. Mi sono divertito a volte ma oggi è stato decisamente dura. È stato un fine settimana difficile. Ieri mi sono sentito bene e oggi ho fatto buone partenze, così ho potuto farlo succedere.

(Ray Archer)

Invece di limitarti a trovare il tuo ritmo come faresti, per esempio, a Lommel e concentrarti solo sulla guida, ti sei concentrato sul non cadere? Come hai detto, la pista era imprecisa. È sempre stato nella tua testa? Tipo, "Non cadere, stai al sicuro e non avvicinarti troppo al cemento".

Nella sabbia è difficile. Con la sabbia puoi giocare un po'. È più difficile avere una parte della pista in cui ritieni che sia pericoloso, perché è praticamente lo stesso ed è piuttosto accidentato ovunque. Oggi la pista… Le rampe erano molto dure.

Esci dalla carreggiata e poi hai queste rampe dure e lucide e devi stare attento con la posizione dell'acceleratore. Puoi scivolare via e cadere sul salto, quindi oggi è stato sicuramente uno di quei giorni in cui devi davvero cercare buone linee e, come hai detto, guidare con la testa, cercando di non cadere.

A parte il momento pericoloso della seconda gara, hai avuto qualcos'altro durante il fine settimana in cui pensavi di ucciderti o fare qualcosa di stupido?

Intendi quello in cui mi sono avvicinato molto alle waves, verso l'esterno? Speravo di andare su una linea diversa, ma mi sono trovato ad andare lì. Anche perché avevo un doppiato davanti e odio prendermi delle pietre addosso, quindi sono andato troppo verso l'esterno e sul bordo delle wave. Non pensavo che fosse molto impreciso sulla moto, perché sentivo che la ruota anteriore era nella parte buona e solo la parte posteriore stava scivolando. Non era niente di troppo folle, ma sicuramente sarebbe meglio andare entrambe le ruote più in mezzo alla pista [ride].

(Ray Archer)

Hai avuto un momento insidioso con un doppiato anche nella prima gara? Nella sponda dopo la pit lane? Tutti hanno urlato, quindi non so cosa sia successo.

Si. Stavo andando dentro ad ogni singolo giro e poi era lì nel mezzo. Dopo l'urto, è venuto all'interno e poi lì… Non direi che sia stato totalmente un errore suo. Ho tirato la frizione e il gas per spaventarlo, ma era praticamente già nella traiettoria. Ho cambiato la carreggiata e lui l'ha cambiata con me. Mi ha quasi colpito la ruota anteriore. Ho pensato: "No!" Con i doppiati è sempre una follia. Gli ultimi doppiati, forse non sanno che stai arrivando o addirittura non vedono le bandiere blu. Non lo so. Neanche quelli. Più davanti quando ti avvicini al centro del gruppo, non è sempre così facile con i doppiati.

Hanno cambiato pista rispetto allo scorso anno. Pensi sia meglio di prima? Sento che probabilmente hanno provato a rallentarla, ma in realtà non ha funzionato molto. Ragazzi, in pratica state guidando il più velocemente possibile lì intorno.

Non ricordo i tempi sul giro dell'anno scorso…

Penso che sia stato più lungo. Non riesco a immaginare che fosse più breve di così.

Non so se mi piace di più. Forse l'anno scorso, perché i salti erano un po' più grandi ed erano salti che si potevano effettivamente fare perfetti. Quest'anno il traguardo in quella seconda manche… Penso di averlo fatto perfettamente su quattro o cinque giri. Il resto mi è sempre venuto un po' corto, perché è così difficile sulla rampa che dobbiamo stare così attenti con l'acceleratore. Una volta che saltiamo, non abbiamo la velocità. Non so davvero se mi è piaciuto di più quest'anno. Quest'anno era più dura dell'anno scorso. L'anno scorso era più piatto.

(Ray Archer)

È stato ovviamente un altro buon fine settimana per i punti. Ti avvicini al secondo titolo… Succederà in Svezia. Sappiamo che sta succedendo. Non hai intenzione di fare qualcosa di diverso questa settimana, vero? Sai come passare attraverso l'intera faccenda del titolo. Basta attenersi al programma, quindi probabilmente punterai ad un altro 1-1 e otterrai la tabella oro.

Vedremo cosa faccio questa settimana. Guido molto. Speriamo di poter fare un buon allenamento. In attesa anche del Nazioni. Il prossimo fine settimana sarà una buona settimana, si spera. Speriamo di ottenere anche un 1-1 e di continuare a vincere. Sono molto eccitato. Stiamo facendo una stagione molto, molto buona. Non mi aspettavo nemmeno di poter vincere ogni singolo round che ho corso. Se guardi indietro, sto vincendo ogni singola gara nella categoria MX2 dallo scorso anno ad Assen.

È abbastanza bello vincere. Oggi sono uscito dalla seconda manche. Ero sotto la doccia e stavo pensando: "Siamo in un sogno. Chi potrebbe aspettarsi o chi potrebbe vivere quello che vivo adesso?" Sono quello sta vincendo ogni singolo fine settimana. Non posso descrivere questa sensazione, ma è incredibile. Sta succedendo. È pazzesco.

Hai citato il Nazioni. Cosa state facendo con la Spagna? Hai sentito qualcosa? Sento che probabilmente farai parte della squadra. Penso che potrebbero volerti lì.

Sì, speriamo che mi facciano entrare nella squadra. Vedremo. Vedremo quando annunceranno i pioti. Ancora non lo so. Penso che possiamo avere dei piloti decenti. Abbiamo alcuni piloti infortunati. Speriamo di poter fare del nostro meglio per qualificarci per domenica. Una volta che sarà domenica vedremo come andrà. Le partenze saranno molto importanti e cercherò semplicemente di divertirmi, perché è un fine settimana molto buono. È un bel fine settimana… Un fine settimana diverso.

(Ray Archer)

L'anno scorso mi sono divertito molto, perché è un fine settimana che stai più con il team spagnolo che con il team KTM Factory Racing. La vivi un po' diversamente. Sei più parte di un paese, con un sentimento di squadra. È bello È un evento molto interessante.

Sarai in MX2, vero? Si parla di te che salirai sulla moto più grande per la gara in modo che [Iker] Larranaga possa rimanere in MX2?

Dobbiamo decidere, perché non ho ancora guidato una 450. Andare ora in 450 sarà piuttosto difficile. Ho ancora bisogno di testarla. Non ho mai guidato una 450. Per prima cosa devo finire con questo titolo, quindi non vedo l'ora che arrivi il prossimo capitolo. [Nota ed: la squadra spagnola di Motocross delle Nazioni è stata annunciata questa mattina e Jorge correrà con una 450].

Intervista: Lewis Phillips | Immagine Principale: Ray Archer

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!