Chat: Calvin Vlaanderen

Vlaanderen ci parla del Gran Premio di Svezia

· 7 tempo di lettura

Acquista la gamma 2020 Alpinestars su 24MX!

Segui @MXVice su Instagram.

Calvin Vlaanderen sta davvero facendo dei grandi passi in avanti, come la vittoria di manche al Gran Premio di Svezia ha confermato. Vlaanderen è arrivato secondo nella classifica generale, un risultato che ha acquisito con familiarità quest'anno, e ha dimostrato davvero che al momento potrebbe essere il secondo miglior pilota della MX2. Ne abbiamo discusso nell'esclusiva intervista MX Vice, oltre a quello che sta succedendo alla squadra olandese per il Motocross delle Nazioni.

MX Vice: Quarto e primo oggi. La vittoria di manche non è una sorpresa. Come abbiamo detto, a Imola guidavi bene e riuscivi a superare in parti della pista dove i tuoi avversari non erano in grado di farlo. Nella seconda manche sei riuscito a vincere. È stata la tua prima vittoria da Loket dell'anno scorso. Tutte cose positive! Tuttavia non hai vinto l'assoluta e [Tom] Vialle, con due secondi posti, ha finito primo. Brucia un pò?.

Calvin Vlaanderen:Si certo. Sono davvero felice di aver vinto la manche. Era da un pò che non ci riuscivo. Come hai ricordato tu da Loket dell'anno scorso. Questa è stata la terza della mia carriera. Me la ricorderò. È sempre speciale ottenere queste vittorie. Non arrivano per caso. Penso siano frutto di un lungo lavoro. Mi sento bene ultimamente …in realtà da quando sono rientrato dall'infortunio. Credo di aver chiuso nei primi cinque in ogni singolo round ed è fantastico. Ma sto lavorando per migliorare ancora.

(Ray Archer)

Sento che non sono ancora la 100%. Posso migliorare. Ieri mi sentivo meglio in pista rispetto ad oggi. Tutto mi riusciva molto facilmente e avevo delle traiettorie che mi permettevano di essere molto veloce. Forte di quelle sensazioni, oggi nella prima manche stavo provando a fare la stessa cosa ma ho esagerato. Non riuscivo a trovare feeling con la pista, la moto non era perfetta e facevo troppi errori. Non ero a posto nella prima manche, ma ho raggiunto ancora Henry [Jacobi].

Volevo superarlo, ma non ci sono riuscito. In questa pista era difficile soprassare. La seconda gara è andata un po ‘meglio. Ad essere sincero, sono stato anche fortunato. Adam [Sterry] e Tom [Vialle] sono caduti. Però è chiaro che se non gli avessi messo pressione non avrebbero commesso quegli errori. Ho continuato a spingere. Nella mia testa sapevo che avevo bisogno di fare pressione su di loro per raggiungerli. Lentamente ma ce la stavo facendo . Ero un po ‘più veloce. Il fine settimana è stato buono perché ho vinto la seconda manche e ho chiuso secondo nell'assoluta di giornata.

(Ray Archer)

È sembrata una vittoria abbastanza semplice in gara2? È passato più di un anno e, anche se ci eri già riuscito, immagino che sia stato una gran soddisfazione.  Immagino che non avessi idea di dove fosse [Jorge] Prado? Immagino che sia stato il punto interrogativo di tutti, perché avrebbe potuto rimontare.

Certo. Ad essere onesti, [Jorge] Prado era alle mie spalle. Anche se fosse stato proprio dietro di me, sapevo che anche lui avrebbe fatto fatica a passare. Questo fine settimana la mia velocità era simile alla sua. Forse era un poco più veloce, ma penso che su questa pista era difficile superare. Non mi preoccupavo di dove fosse. Puntavo a Vialle e Sterry che stavano di fronte a me. Penso che Vialle sapesse di vincere anche se io l'avessi superato.

Era un pensiero che mi ronzava in testa. Forse, se l'avessi messo sotto fare pressione, mi avrebbe lasciato passare ma appena l'ho superato mi è rimasto attaccato. Ho provato a prendere un pò di margine e poi, negli ultimi due giri , sono stato in grado di farlo facilmente. In realtà è stata una bella sensazione tagliare di nuovo il traguardo per primo.

(Ray Archer)

Domanda complicata. Quella vittoria a Loket è stata fenomenale e chiaramente stavi andando bene. Stai guidando meglio adesso? Non arrivi da una serie consistente di podi ma, come ho detto prima, a Imola facevi sorpassi che gli altri non erano in grado di fare. Sei rientrato da un infortunio. Possiamo sostenere che questa sia stata la gara in cui hai guidato meglio?

Non penso che sia stata la migliore. Sicuramente la vittoria in gara a Loket dell'anno scorso è stata la migliore che abbia mai corso. Non ho riavuto quella sensazione da un po ‘. Forse per poco l'ho sentita ieri. Se avessi superato Henry mi sentivo in grado di andare a prendere anche Prado. È stata una bella sensazione. Non penso di essere ancora al top. Penso di poter fare ancora meglio. Le partenze quest'anno mi hanno aiutato un bel po ‘.

Abbiamo migliorato la moto e i risultati sono andati nella medesima direzione. Penso che in ogni singolo GP che ho corso quest'anno sono sempre stato tra i primi cinque e vicino al podio. In passato non ero così costante. Sono sempre stato veloce, ma non costante. Quest'anno è stato bello essere regolare. Molto bello. So di essere uno dei piloti più veloci in pista e dal punto di vista della fiducia personale è una cosa molto interessante.

(Ray Archer)

Due argomenti caldi. La scorsa settimana si è diffusa la voce che HSF ti sta aiutando per andare nel Team Standing Construct. In pratica quella voce è sbagliata. O è vera sola in parte?

Si vero. Non ho nulla da dire a riguardo. In realtà, è abbastanza divertente ascoltare tutte le voci che girano. Conosco il proprietario di HSF e gli piace giocare. Qualcuno gli ha chiesto "Hai intenzione di sponsorizzare un team." Non so chi fosse, ma lui ha risposto: "Non si sa mai". Le sue parole furono: "Non si sa mai".

La dichiarazione è passata come "Sta per sponsorizzarli". Quindi ha iniziato a girare nel paddock. Era su tutti i siti e cose del genere. Ovviamente so cosa sta succedendo. Non succederà. Penso che sfortunatamente HSF si fermerà. Non so se mi è permesso dirlo, ma penso che si fermeranno. È un peccato.

Ho appena detto la stessa cosa a Sterry. Hai appena vinto una manche e potresti pensare che a questo punto il tuo telefono comincerà a suonare. Siamo arrivati al punto in cui sembra che i risultati non contino per te, Max [Anstie] or Sterry. Non so il motivo e perché dovrebbero farlo, ma sembra che se anche tu potessi vincere le ultime quattro manche non farebbe differenza per la tua situazione.

È vero. Anche per questo che oggi ho fatto bene, perché non ci pensavo. Non ho più nemmeno bisogno di risultati. Devo solo guidare. Ad essere sincero, non mi importava come finissi. Se fossi finito due volte decimo o quindicesimo, non mi interessava. Pensavo solo a stare in moto e spingere al massimo.

(Ray Archer)

Ovviamente voglio vincere ogni volta che salgo in moto. E' quello che ho fatto anche oggi. È una situazione difficile al momento. Troppi piloti per le squadre che ci sono. Penso che tutti stiano cercando un manubrio ed è difficile. La vittoria in gara mi ha aiutao un po' ma, d'altra parte, tutti i posti buoni sono già occupati e quindi è servita a granché.

Ora tutti sanno di cosa stavamo parlando lo scorso fine settimana a proposito del Nazioni . In un certo senso, la squadra è pronta. Sei uno dei due piloti MX2. Prima di tutto, quando ti hanno avvicinato  eri molto confuso?

Un po ‘, perché penso che ora sia più difficile per loro prendere una decisione. Tutti guardano la squadra, il Team dei Paesi Bassi e pensano: "Chi sceglieranno?" Ci stanno lavorando. Penso che per KMNV e Federazione olandese sarà difficile. In entrambi i casi ci saranno persone che direbbero "Avresti dovuto fare diversamente".

Anche al Nazioni, se uno va bene e uno va male, qualcuno dirà "Avresti dovuto portare l'altro." o affermazioni del genere. È bello essere in squadra con loro. Faremo alcuni giorni di allenamento collettivo e penso che anche Roan [Van De Moosdijk] correrà in Turchia e Cina. Guarderanno i risultati e alla fine della giornata prenderanno quello che ritengono il miglior pilota.

(Ray Archer)

Ad ogni modo ce la giocheremo io e Roan. Saremo una squadra forte. Non lo so. Ad essere onesti, al momento non è il mio obiettivo primario.  L'obiettivo trovare una moto per il prossimo anno … Questa è la cosa più importante al momento. Il Nazioni sarà fantastico e potrebbe diventare la ciliegina sulla torta del finale di stagione. Sarà bello correre e competere con gli americani e tutti gli altri avversari.

Quando fare questi allenamenti collettivi? Credo li farete prima della Turchia?

Il 19 e 20 Settembre. 

Tardi. Dovremmo sentirci al telefono perché è davvero molto tardi.

Tardi, si. Penso che la conferma arriverà pochi giorni prima del nazioni. 

Tutti devono preparare grafiche e abbigliamento, che succederà allora?

So che Fox sta già preparando la mia attrezzatura e il team ovviamente è stato contattato per andarci. Penso che anche la loro squadra sia pronta. È un po ‘strano. Non è semplice perché le moto e tutto il resto devono essere pronti. Forse era meglio se avessero preso una decisione perché ora sarà tutto più difficile per loro.

(Ray Archer)

La Cina è in programma il 15 settembre, quindi arriverai il mercoledì o il giovedì successivo? Sarai ancora in soffrendo il jet-lag. L'ultima cosa che vorrai fare è farti del male al Nazioni. Invece di rilassarti dopo la Cina dovrai scendere in una pista e girare il più velocemente possibile.

Si, è così ma non posso farci niente. Yeah. That's how it is. I can't really change it. Abbiamo quattro giorni di allenamento. Il 19 e il 20 e poi il 23 e il 24 di settembre. Penso che sarà bello allenarsi con Jeffrey [Herlings] e Glenn [Coldenhoff], e anche con Roan. Gireremo insieme. A dire il vero, se non vengo scelto girerò per niente ma non devo vederla in questo modo.

Intervista: Lewis Phillips | Immagine Principale: Ray Archer

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!