Conversazione: Jorge Prado

Le impressioni di Prado dopo i primi giri in sella alla KTM 450 SX-F

· 3 tempo di lettura

Acquista la collezione 2020 di Alpinestars su 24MX!

Segui @MXVice su Instagram.

Jorge Prado sarà una delle più grandi storie da seguire al prossimo Motocross delle Nazioni. Prado gareggerà per la prima volta con una 450 e sarà interessante seguire le sue gesta in vista del suo debutto a tempo pieno la prossima stagione; ma come vanno i suoi progressi a bordo della moto più grande? La scorsa settimana ha salito per la prima volta sulla 450 e il corrispondente italiano di MX Vice, Lorenzo Resta, lo ha raggiunto per discutere delle sue prime impressioni.

MX Vice: La scorsa settimana hai fatto il tuo primo giro su una 450. Non è stato il migliore, ma è stata la tua prima occasione per trovare un buon set-up e sistemare la moto per te. Quali sono state le tue prime impressioni? 

Jorge Prado: E' stato il mio primo giorno sulla 450. È stata una bella giornata. Abbiamo guidato parecchio. Non stavo fuori troppo a lungo ogni volta che uscivamo in pista, solo per avere la sensazione con la moto e provare cose molto piccole per fare una buona base. Solo così possiamo iniziare a guidare la moto grande. Mi sentivo abbastanza bene. Stiamo migliorando ogni volta che esco. Mi sento più a mio agio.

È una moto che mi aspettavo più difficile da guidare, ma alla fine i ragazzi di KTM hanno fatto un ottimo lavoro. Il motore è potente, ma allo stesso tempo puoi gestirlo molto bene. Sono molto contento di come sta andando tutto, dobbiamo solo aumentare lentamente la fiducia su questa moto e sicuramente la velocità.

(Ray Archer)

Non c'è molto tempo. Andremo in Turchia e poi andremo dritti a Shanghai, quindi abbiamo una settimana prima di andare ad Assen per il Nazioni. Pensi che avrai abbastanza tempo per provare ed essere pronto per quella gara nella sabbia?

Lo spero. Sicuramente non avremo molto tempo per guidare la 450 e per abituarmi, ma cercherò di fare del mio meglio. Mi sono allenato solo per ottenere il massimo comfort in sella e il massimo feeling in modo da poter andare ad Assen e guidare comodamente. Questo è l'obiettivo principale di andare lì e avere un buon feeling con la moto. È molto importante non commettere errori e aumentare lentamente la fiducia. Speriamo di poter fare una buona gara laggiù.

È difficile immaginare che la Spagna salga sul podio o qualcosa del genere. Sei il miglior pilota della squadra, ma la squadra stessa non è tra le più forti. Non avere la responsabilità di portare la squadra sul podio potrebbe rendere la tua gara un po' più facile lì?

Bene, c'è sempre un po' di pressione perché di sicuro voglio fare del bene individualmente ma anche per la Spagna. Cercheremo di fare del nostro meglio per qualificarci nella migliore posizione possibile per domenica e poi domenica vedremo. Di sicuro non sarà facile per noi, ma i miei altri compagni di squadra combatteranno e lo faranno fino alla fine. È qualcosa che farò anche io. Dobbiamo solo cercare di fare del nostro meglio nella sabbia profonda.

(Ray Archer)

Correrai di nuovo contro Jeffrey [Herlings] al Motocross delle Nazioni, questa volta esattamente sulla stessa moto. Ti aspetti di avere a che fare con lui per ottenere un buon risultato?

Spero che se riesco a gestirlo è perché ho un buon inizio. Spero di poter partire bene! È molto importante su una pista come Assen e sicuramente alla mia prima gara con la 450 una buona partenza sarà molto positiva. Jeffrey come puoi vedere, sta ancora spingendo molto anche se viene da un infortunio. L'altro giorno ha vinto la gara di qualifica! Si vede che probabilmente non è al cento per cento, ma è già abbastanza bravo. Sto solo imparando e progredendo. Non ho proprio aspettative per un risultato ad Assen.

Intervista: Lorenzo Resta | Immagine Principale: Ray Archer

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!