Intervista: Calvin Vlaanderen

Vlaanderen analizza il suo Nazioni

· 6 tempo di lettura

Acquista la gamma Alpinestars Monster MX!

Segui @MXVice su Instagram.

Calvin Vlaanderen ha affrontato alcune critiche dopo essere stato selezionato per correre per i Paesi Bassi al Motocross delle Nazioni del 2019, ma consegnato quando l'evento si è svolto durante il fine settimana. Una coppia di decimi sulla sua CRF250RW ha aiutato la sua nazione a salire sul podio per la prima volta nella storia. Cosa aveva da dire quando tutto fu detto e fatto? Questa intervista esclusiva su MX Vice è stata condotta domenica sera.

MX Vice: Ci sono stati molti dibattiti, battute pubblicitarie e qualsiasi altra cosa tu voglia chiamarlo su chi avrebbe dovuto correre in MX2 per i Paesi Bassi. Nessuno può sostenere che non eri la scelta giusta. Hai fatto il tuo lavoro. Hai fatto più di quello che probabilmente avresti potuto o dovuto avere. Hai fatto esattamente quello che dovevi fare per aiutare l'Olanda a vincere, quindi è stata una giornata perfetta per te.

Calvin Vlaanderen: Si, non è stato un giorno perfetto. Lo è stato per la squadra, ovviamente. Abbiamo fatto tre buone gare… Gare coerenti. Penso che il nostro peggior risultato sia stato il mio decimo in entrambe le gare. Mi sarebbe piaciuto essere un po ‘più in alto in classifica, ma sono comunque soddisfatto del decimo. Era abbastanza buono per la squadra. Ho avuto molta pressione nel fine settimana.

(ConwayMX)

Sono partito per la prima gara con molta pressione, ma non appena ho fatto una buona partenza e non appena sono arrivato alla prima curva tutta la pressione è sparita. Potevo semplicemente guidare e cercare di non commettere errori e provare a finire il più in alto possibile. Per la squadra è stato molto speciale. Un giorno davvero speciale Oggi abbiamo fatto la storia. E' davvero una bella sensazione.

Sento che finire tra i primi dieci due volte è tutto ciò che avresti potuto desiderare su una 250. Come hai detto, forse un settimo e un ottavo posto sarebbero stati meglio. Tuttavia, non molte persone possono farlo su 250.

Si. Se sei Ryan Villopoto, puoi vincere su una 250. Penso che potrebbe essere possibile su una pista dura, si potrebbe vincere su una 250, ma oggi sulla sabbia c'era una grande differenza con le 450. Soprattutto sui lunghi rettilinei. Ti superavano, quindi sono soddisfatto del decimo in entrambe le gare. Mi sarebbe piaciuto vincere la MX2. Ma secondo in MX2 è ancora buono. Non male. Sono contento.

Penso di averti visto lanciare i tuoi occhiali a quattro giri dalla fine della seconda gara. Pensavo: "Non ha imparato niente da RedBud?" Ti è tornata in mente tutto il giorno?

I miei occhiali hanno funzionato perfettamente tutto il giorno. Nella prima manche tutti erano davanti a me. Mi sono infangato tutto il tempo. In realtà ho finito la pellicola del roll-off. Ho dovuto togliere gli occhiali. Sapevo che erano passati due giri o tre giri, quindi era il momento buon. Davvero non c'era nessuno davanti a me. Ho potuto vedere un po' meglio quando mi sono tolto gli occhiali e non c'erano sassi in pista. Nessun occhio poteva essere colpito.

(ConwayMX)

Nella seconda gara, ero dietro [Zach] Osborne al terzo giro e cercavo di passarlo. Ha fatto un singolo solo e ha aperto il gas. La sabbia si è infilata sotto il mio casco, sotto i miei occhiali e stavo tirando i roll-off. Non funzionava, perché era sotto. Ho dovuto togliermi gli occhiali. Ho preso la decisione di entrare in Goggle Lane. Ho perso circa dieci secondi, perché ho spento la moto lì.

Non ne parleremo [risate].

Penso che avrei potuto vincere la MX2, perché ho superato [Thomas] Olsen al primo giro. Ho superato di [Jago] Geerts nel primo giro. Mi sentivo come se stessi per passare Osborne tra le waves. Quello era l'unico posto dove potevo passare in pista contro le 450. Che altro posso dire? E' andata così.

Stavo cercando di capire se la pioggia ti abbia aiutato o ostacolato. Siete tutti piloti fantastici nella sabbia, quindi già avete avuto un vantaggio. La pioggia l'ha resa più tecnico, quindi immagino che le tue abilità abbiano brillato di più. Lo ha reso anche di più una lotteria. Pensi che avresti preferito di più avere le condizioni di ieri o di oggi?

Domanda difficile. Quanti punti abbiamo fatto?

(ConwayMX)

Tipo un triliardo. Non lo so.

Penso che se fosse stato asciutto e soleggiato, non per essere arrogante ma penso che avremmo fatto lo stesso. Forse l'America o la Francia avrebbero avuto più fortuna e sarebbero state lassù con noi. Penso che avremmo vinto comunque se fosse stato asciutto. Oggi abbiamo dimostrato sotto la pioggia, al sole o qualunque altra cosa, che possiamo comunque farcela. Penso che ieri la pista fosse un po' migliore. Oggi non l'hanno appiattita durante la notte, quindi tutta la pioggia è finita nei solchi e l'ha resa super morbida.

Penso che la mia moto sia rimasta bloccata due volte durante il warmup questa mattina. Stavo pensando: "Sarà una giornata terribile sotto la pioggia". Ho solo provato a pensare positivo e a divertirmi. Questa è la cosa più importante – divertirsi – e vivere il momento. La giornata passa molto velocemente. Ora, se guardo indietro, vorrei essere di nuovo sul podio a urlare con tutti i fan olandesi. Passa in una frazione di secondo. E' stato un giorno molto speciale.

Come è stata la reazione dei fan olandesi quando sei stato scelto? Ovviamente, ci sono stati molti dibattiti. Le persone che volevano Roan [van de Moosdijk] ti hanno preso in giro o è stato abbastanza pacifico?

È stato abbastanza pacifico. Ovviamente, molte persone hanno le loro opinioni e io le rispetto. Molte persone pensavano che Roan fosse la scelta migliore, e forse lo era. Chissà? Oggi ho dimostrato di essere comunque una buona scelta. Penso che il team manager sia molto contento della sua decisione. Non ho niente contro Roan.

(ConwayMX)

Anche oggi avrebbe potuto fare benissimo. Ci sono state alcune cose negative che ho visto su Facebook e Instagram ma, ad essere sincero con te, oggi penso di aver provato a tutti che si sbagliavano. L'anno scorso abbiamo dimostrato che avremmo dovuto vincere, ma abbiamo avuto una situazione un po' sfortunata. Quest'anno abbiamo dimostrato che i Paesi Bassi sono i più veloci al momento.

Abbiamo parlato di te che hai una moto per sempre adesso. Da quello che sento, le cose stanno migliorando. Non puoi dire troppo, ma sembra che sarai almeno sulla linea di partenza?

Decisamente. Non c'erano dubbi sul fatto di non essere sulla linea di partenza. Ci sarei comunque stato. Forse stavo per andare in America, ma è un po' caduto. Sarò sicuramente sulla linea di partenza il prossimo anno. Non so con quale moto o con quale squadra.

Ho sentito delle voci. Questo significa che non sei vicino ad un accordo?

Sono vicino, ma non è ancora confermato. Ho appena visto il mio manager e mi ha detto: "Devo parlarti più tardi". So che andrò a chiacchierare con lui e scoprirò cosa è successo nel fine settimana non appena avrò finito con questa intervista. Non ho parlato con lui. Il piano era di aspettare fino a dopo questo fine settimana ovviamente per liberarmi da tutta la pressione… La pressione e l'obiettivo era quello di concentrarsi su questo fine settimana. L'abbiamo fatto. Penso che ora sia il momento di firmare il mio contratto e prepararsi per il prossimo anno.

Intervista: Lewis Phillips | Immagine Principale: ConwayMX

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!